Il 29 giugno 2022 è stato il giorno più breve della storia. È positivo o no?

0
17
29 giugno giorno più breve

29 giugno giorno più breve: il 29 giugno 2022 è stato il giorno più breve mai misurato nella storia. Infatti, è stato 1,59 millisecondi più breve degli altri. Tale episodio potrebbe essere causato da un’accelerazione della rotazione terrestre.

Ti consigliamo come approfondimento-Cina cielo rosso spaventa i cittadini di Shanghai: apocalisse o spettacolo?

29 giugno giorno più breve della storia

soleIl 29 giugno è stato il giorno più breve mai misurato: 1,59 millisecondi rispetto al giorno solare medio. Non si sa il perché, ma c’è un indiziato: un fenomeno fisico poco conosciuto chiamato oscillazione di Chandler. Si sa che un giorno dura 24 ore, cioè 86.400 secondi, ma in verità non è del tutto vero. Durante la rivoluzione terrestre, il giorno solare varia leggermente a causa di piccole variazioni della velocità della Terra lungo la sua orbita attorno al Sole. Anche tolte queste piccole fluttuazioni, la durata del giorno presenta piccole variazioni nel breve e nel medio periodo. Da anni ’60 siamo in grado di misurare con estrema precisione grazie agli orologi atomici la durata del giorno. Non era mai accaduto però che si arrivasse a 1,59 millisecondi. In verità si pensava che la durata del giorno tendesse ad aumentare e non a diminuire.

Ti consigliamo come approfondimento-Tikker, ogni minuto è prezioso: l’orologio che segna l’ora della morte

29 giugno giorno più breve: ma come è possibile?

buco dell'ozonoDa tempo si pensava che la durata del giorno tendesse ad aumentare. Tale fenomeno era dovuto all’interazione mareale tra la Luna e la Terra, che allontana gradualmente il nostro satellite da noi. Ciò causerebbe un rallentamento della rotazione di circa 1,7 millisecondi ogni secolo. Ma negli ultimi decenni la tendenza è cambiata e sembra che la durata del giorno stia diminuendo. Infatti, nel 2020 si sono registrati i 28 giorni più corti da quando esistono le misurazioni. Il giorno più corto del 2020 è stato il 19 luglio. In tale data venne misurata una durata del giorno con 1,47 millisecondi in meno rispetto al giorno solare medio. Record quasi superato il 9 luglio 2021, con -1,46 millisecondi. La tendenza è proseguita anche nel 2022 fino al 29 giugno, data di cui abbiamo parlato prima.

Ti consigliamo come approfondimento-Le bestie dell’Apocalisse arrivano all’Onu: la fine del mondo tra mito e realtà

29 giugno giorno più breve: come si spiega?

eclissi solarePerché la Terra sta accelerando la sua rotazione? La verità è che non lo si sa ancora con certezza. Potrebbero essere dinamiche che avvengono all’interno del nostro pianeta, oppure nella nostra atmosfera, oppure qualche meccanismo legato a oceani e maree. La fisica che governa questi fenomeni è straordinariamente complessa, e ci sono ancora molte cose che non si conoscono. Questo è anche il motivo per cui gli scienziati non riescono a prevedere variazioni nella durata del giorno a più di un anno di distanza. Alcuni scienziati hanno pensato si possa collegare al fenomeno chiamato oscillazione di Chandler. Questo fenomeno venne studiato per la prima volta dall’astronomo Seth Carlo Chandler nel 1891. Si tratta di un moto minore del nostro pianeta. Tale moto ha come effetto lo spostamento ciclico dell’asse di rotazione terrestre di 3-4 metri dal Polo Nord con un periodo di 433 giorni.

Ti consigliamo come approfondimento-L’orologio dell’Apocalisse: “Mancano solo 100 secondi alla fine del mondo”

29 giugno giorno più breve: ci sono dei rischi?

soleBisogna capire se ci sono rischi. Se questo trend di rotazione sarà sempre più rapido, sarà necessario cercare alcune soluzioni. Una di queste è quello di togliere un secondo dal calendario per mantenere allineati il tempo civile con il tempo solare. Dal 1972 abbiamo fatto il contrario, cioè aggiungere un secondo ogni 1-4 anni per compensare il rallentamento terrestre misurato negli ultimi decenni. È un po’ come il giorno bisestile, ma dura un secondo: per questo talvolta viene chiamato secondo bisestile (o più propriamente secondo intercalare, in inglese leap second). Qui però parliamo di togliere un secondo: un secondo bisestile negativo. Questo fatto potrebbe creare malfunzionamenti ai sistemi di telecomunicazioni se dovessero insorgere problemi nel sincronizzare gli orologi atomici dei satelliti. Questa comunque è un’ipotesi piuttosto remota.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

18 − tredici =