ABIO Napoli torna al Santobono: grande festa per i piccoli pazienti

0
199
abio napoli

ABIO NapoliAssociazione per il Bambino In Ospedale – ha regalato un momento di gioia e spensieratezza ai bambini ricoverati all’Ospedale Santobono. I volontari hanno animato una bellissima festa all’aperto per i piccoli pazienti. Questi hanno partecipato all’evento affacciati alle finestre delle loro stanze.

Ti consigliamo come approfondimento – Al Santobono di Napoli 14enne sorda, causa grave tumore, recupera udito

ABIO Napoli Santobono: una festa per i più piccoli

bambini napoli covid
Ospedale Santobono, da vesuviolive.it

Domenica mattina, i volontari di ABIO Napoli e i ragazzi di Magicabula Animazione hanno portato una ventata di allegria ai piccoli pazienti ricoverati all’Ospedale Santobono di Napoli. Si è trattato di una vera e propria festa all’aperto, con musica, balli, mascotte, bolle di sapone e trampolieri.

L’associazione ha trovato un modo per stare vicino ai bambini. Anche se dalle loro stanze, hanno partecipato attivamente alla mattinata di festa. I piccoli, infatti, hanno salutato e applaudito ai volontari, mandato baci e steso striscioni alle finestre. La gioia incontenibile ha invaso i reparti e contagiato tutti!

Ti consigliamo come approfondimento – Bimba gravemente malata viene abbandonata: viva grazie ad intervento salvavita

ABIO Napoli: la gioia di tornare nei reparti pediatrici

abio napoliL’evento è un piccolo segnale di speranza e ripartenza. Durante l’emergenza, il volontariato ospedaliero ha dovuto interrompere le attività in presenza.

In dieci anni di volontariato ABIO ho vissuto sempre con emozione il rientro in ospedale, magari dopo le vacanze. Questo ritorno, però, è stato diverso e forse il più emozionante di tutti. Perché di mesi ne sono passati sedici. Perché ancora non ci è consentito entrare in reparto ma la voglia di regalare sorrisi ed un paio d’ore di svago ai bambini sono più forti della distanza.

ABIO è divertirsi con poco. Ballare con i miei amici volontari, con gli sguardi rivolti all’insù sotto un sole cocente, con le braccia tese a voler dimostrare ai bambini affacciati e alle loro famiglie che le distanze si azzerano. Capisci di fare del bene quando dall’ultimo piano del reparto un bambino di circa due anni ti lancia decine di baci, un’infermiera balla al ritmo della musica e una madre chiede una particolare canzone da ascoltare. Perché in ospedale ci sono i bambini ma non dobbiamo dimenticarci dei genitori e del personale da sempre fedeli complici nei nostri turni in ospedale”.

Marica e Valentina, volontarie di ABIO Napoli, raccontano così le emozioni vissute.

Ti consigliamo come approfondimento – Bambino vende la sua collezione di carte Pokemon per salvare il suo cane

Per informazioni e per conoscere tutte le modalità attraverso cui sostenere l’associazione si rimanda al sito www.abionapoli.org/Sostienici/.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

16 + diciannove =