Abusata a 12 anni dal patrigno, si ribella ma lui la minaccia: “Farai la fine di Giulia Cecchettin”

0
352
Viterbo quattordicenne frustata, milano violenze capodanno, roma pugile balcone,

Abusata a 12 anni, il patrigno le lancia una terribile minaccia. “Farai la fine di Giulia Cecchettin”, le avrebbe detto. La vicenda ha avuto luogo a Vercelli e l’uomo, accusato di maltrattamenti in famiglia, è stato arrestato. Le indagini sono iniziate subito dopo che la ragazza si è presentata in Questura. Il tutto sarebbe iniziato prima con piccole attenzioni nei confronti della giovane, per poi sfociare in veri e propri atti di violenza.

Ti consigliamo come approfondimento – Perseguita fidanzata: imposto braccialetto elettronico ad entrambi

Abusata a 12 anni dal patrigno: la denuncia della ragazza molto tempo dopo

Abusata a 12 anni

Abusata a 12 anni dal patrigno. La terribile storia ha avuto luogo a Vercelli e vede come protagonista un uomo di 65 anni che ha abusato della figlia della propria compagna. La ragazza, che ha avuto il coraggio di denunciare il tutto alla Questura, ha iniziato a subire violenze dall’uomo dall’età di 12 anni. Il tutto, stando ai racconti della giovane, sarebbe iniziato con delle piccole attenzioni nei suoi confronti. Le cose sarebbero poi degenerate verso terribili atti di violenza sessuale.

Durante i primi anni di abusi, la ragazza non è riuscita ad aprirsi con la propria madre, né ha avuto il coraggio di rivolgersi alle Forze dell’Ordine. Con il passare del tempo, invece, ha preso coscienza delle violenze subite e si è rivolta alla Questura. Così, la Polizia di Stato ha arrestato il 65enne, compagno della madre della giovane, accusandolo di maltrattamenti in famiglia.

Ti consigliamo come approfondimento – Caserta shock: donna morta nascosta in un baule

Abusata a 12 anni dal patrigno, la ribellione: “Farai la stessa fine di Giulia

Abusata a 12 anniAbusata a 12 anni. La ragazza, che ha subito abusi sin da quando era piccola, si è presentata alla Questura di Vercelli per raccontare la propria storia. Dopo anni di violenze, si è ribellata al patrigno 65enne. L’uomo, tuttavia, in risposta alle accuse della giovane, l’avrebbe picchiata e minacciata di morte. “Farai la stessa fine di Giulia Cecchettin”, avrebbe detto l’accusato.

La Procura, che a seguito della denuncia ha riscontrato diversi indizi di colpevolezza, ha fatto scattare l’arresto immediato per il 65enne. Per l’uomo è scattata la misura cautelare dopo essere stato prelevato dalla propria abitazione, per essere così condotto presso la Casa Circondariale a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Stando al racconto della giovane, il patrigno l’avrebbe prima riempita di piccole attenzioni e poi sarebbe passato ad atti sempre più violenti, con cadenza quotidiana. Una volta cresciuta, la ragazza avrebbe provato a sottrarsi agli abusi, ma il tutto sarebbe degenerato in minacce e violenze più pesanti.