Imprenditore si innamora di africana in chat, la raggiunge e lo sequestrano

0
325
padova incidente laurea, ragazzo suicida 64enne, pianura suicidio, africa sequestrato, orientale esami covid

Africa sequestrato, imprenditore italiano rapito subito dopo essere uscito dall’aeroporto. Sarebbe stato vittima di un inganno via chat. Liberato grazie all’intervento delle Forze dell’Ordine italiano, l’uno è ora in quarantena. Sui fatti indaga la procura di Roma. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Undicenne lancia appello sui social per la madre disoccupata: boom di offerte

Africa sequestrato: ingannato tramite chat online

DaD, Africa sequestrato Secondo la ricostruzione, l’uomo è un imprenditore italiano veneto, Claudio Formenton. Secondo il suo racconto da alcuni mesi aveva iniziato a chattare con una donna africana di nome Olivia Mertens. Secondo il racconto era stata la ragazza a contattarlo tramite i social. Dopo diverse settimane di conversazioni e condivisioni reciproche di foto, la ragazza di origini ivoriane avrebbe chiesto al 64enne dei soldi per problemi finanziari. Gli amici e familiari dell’uomo avrebbero però impedito all’imprenditore veneto di inviarle dei soldi mettendolo in guardia su una probabile truffa. L’uomo, definendosi innamorato, non avrebbe però desistito. Lo scorso 27 dicembre si sarebbe preso una settimana di ferie e si sarebbe recato alla Costa d’Avorio. Per non far insospettire i familiari ha raccontato loro di voler partecipare ad una missione umanitaria, in realtà si era organizzato con la donna per andare ad incontrarla. Sceso dall’aereo sarebbe stato però sequestrato. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Shock, Donna va a casa dell’ex col motosega: voleva vedere il figlio!

Africa sequestrato: il salvataggio dall’Italia 

africa sequestrato, Napoli incidente camion, campania esplosione commissariato,Tragedia funivia Stresa, Concorso Polizia Municipale Bacoli, Veggente tedesco Madeleine McCann, Napoli bambino caduto, Verona mamma uccide figlie,Non è ancora chiaro se la donna esista realmente e faccia parte dell’inganno o se le foto inviate chat siano state semplicemente prese da internet. L’uomo è stato sequestro per ben tre giorni spostandosi da un covo all’altro. L’allarme sulla sua scomparsa è scattato dai familiari in Italia che non avevano sue notizie da giorni. Dopo tre giorni di reclusione, l’uomo è stato liberato dalla polizia locale in collaborazione con le Forze dell’Ordine italiane. Rimpatriato in Italia, l’uomo è ora in quarantena. Verrà interrogato dalla Procura di Roma per spiegare i fatti. Per la Procura l’imprenditore non sarebbe stato la prima vittima di questo tipo d’inganno. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

cinque × tre =