Disabile 12enne aggredita. Mamma di una bulla: “Mi vergogno di mia figlia!”

0
338
Aggressione disabile

Aggressione disabile – Un pestaggio brutale quello del 2 aprile scorso ai danni di una ragazza di appena 12 anni disabile. Il video, diventato virale, ha permesso agli agenti di identificare non solo le bulle ma anche il branco che ha circondato la vittima. Una delle mamme delle aggreditrici ha dichiarato: “mi vergogno di mia figlia“. 

Ti consigliamo come approfondimento – Aggressione a Torre del Greco di una ragazza trans, le parole del sindaco

Aggressione disabile a Roma: parla la madre della bulla

roma disabile picchiata,Un video che è balzato da un profilo social all’altro, condiviso e commentato da tutti. Un video che ritraeva l’ennesima violenza gratuita, l’ennesima aggressione brutale, adesso ai danni di una ragazzina disabile. Si sentono le risate in sottofondo ma soprattutto si vede il pestaggio da parte di 4 ragazze, minorenni, che sono state poi identificate dai carabinieri. Erano tutti minorenni i responsabili del feroce pestaggio a calci e pugni avvenuto nel parco al Nuovo Salario a Roma.

A commentarlo anche una delle madri delle bulle che in un’intervista a La Stampa dice di vergognarsi della propria figlia. “Sono sconvolta, frastornata, ho smesso di vivere, non ho parole. Penso solo all’altra famiglia, voglio sapere come sta la ragazzina” dice la signora. “Mia figlia mi ha detto che non è solita andare in quel parco, che si conoscevano di vista. Si sono ritrovati lì, il suo gruppetto, e quello dell’altra ragazzina. Ci sono state delle provocazioni, insulti, cose come “io ti meno” e sono finite alle mani senza neanche accorgersene, così mi ha detto. Non so altro, sono troppo dispiaciuta, mortificata, piena di vergogna per guardare il video e chiedere di più. Ho bisogno di elaborare, è troppo pesante“.

Ti consigliamo come approfondimento – Skullbreaker Challenge: scherzi pericolosi o bullismo da social?

Aggressione disabile Roma: denuncia dai genitori

Aggressione disabileGli inquirenti hanno ricostruito i fatti prima che il tutto venisse ripreso. La ragazzina, era al parco con la madre, quando si è allontanata da quest’ultima ha incontrato una sua coetanea che, all’improvviso, l’ha aggredita spintonandola e facendola cadere. In un attimo è stata circondata da almeno una ventina di ragazzi, tutti minorenni, che la deridevano. Il pestaggio inizia nel momento in cui iniziano le riprese.

La madre della vittima, appena si è resa conto della ormai duratura assenza della figlia, è andata alla sua ricerca. La ragazza è stata ritrovata in uno stato confusionale con tutti gli abiti strappati. Soccorsa e trasportata subito in ospedale è stata visitata dai medici. Le sono stati riscontrati traumi e lesioni guaribili in 20 giorni. I genitori hanno denunciato l’accaduto alla Procura dei Minori che ha aperto un’inchiesta.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

dieci + diciotto =