Aglianico del Vulture: Il più famoso vino di Basilicata

0
985
vino

Tra i grandi vini italiani meno conosciuti, quelli prodotti con il vitgno Aglianico del Vulture meritano un posto d’onore.
L’Aglianico del Vulture DOCG è prodotto in provincia di Potenza, nella regione Basilicata, nella zona del Vulture ed il suo nome, Aglianico, deriva da ellenico e fa riferimento alla penisola ellenica, da cui si ritiene sia stato importato migliaia di anni fa. Il vitigno Aglianico è documentato per la prima volta nel XV secolo nel territorio di Ariano Irpino in Campania. La zona di produzione più pregiata dell’Aglianico del Vulture è nei comuni di Rionero in Vulture, Barile, Rapolla, Ripacandida, Ginestra, Maschito, Forenza, Acerenza, Melfi, Atella, Venosa, Lavello, Palazzo San Gervasio, Banzi, Genzano di Lucania e Montemilone. Il clima in Basilicata è tipicamente caldo e secco, con importanti differenze nei vini prodotti nei diversi comuni lucani. Come ormai noto, infatti, il terreno, il microclima e l’esposizione del vigneto possono incidere notevolmente sul risultato finale imbottigliato.
L’Aglianico del Vulture si fregia dedlla DOCG, infatti dal 2010, l’Aglianico del Vulture, in particolare la versione Superiore è una denominazione di origine protetta e garantita DOCG.

Il Monte Vulture è un vulcano spento da migliaia di anni ed ai suoi piedi si coltiva in modo prevalente questo vitigno, che trova la sua zona ideale. Le vigne sono disposte indifferenti zone di produzione, tra dolci colline a 200 e 600 metri di altitudine. Qui, l’Aglianico del Vulture, riesce a far maturare le sue uve in modo ideale e portare ogni grappolo alla massima espressione. 

Quali sono le caratteristiche dell’Aglianico del Vulture?

L’Aglianico del Vulture è di colore rosso intenso con una tonalità rubino scuro, con riflessi violacei quando è giovane. Il suo profumo è caratterizzato da note di frutta e spezie e un sapore scuro e terroso.

Con cosa si abbina l’Aglianico del Vulture?

I vini Aglianico del Vulture si abbinano bene a piatti sostanziosi come ossobuco, arrosto di maiale, costolette brasate e salsicce. Non disdegna arrosti di carne, carni bianche, selvaggina e formaggi stagionati… La temperatura ideale per l’Aglianico del Vulture è di 18-20 gradi centigradi.

Quanto costa l’Aglianico del Vulture?

I prezzi di un Aglianico del Vulture vanno dai 10 ai 30 euro con punte anche oltre. La scelta è ampia e le differenze sono evidenti di annata in annata.