Scoperta shock ad Agrigento: trovati resti umani in un appartamento da ristrutturare

0
137
Agrigento resti umani ristrutturazione

Agrigento resti umani ristrutturazione: durante operazioni di ristrutturazione di una casa trovati resti umani. Le autorità indagano in collaborazione con i Carabinieri del Ris. Origine incerta. Si sospetta un collegamento con la scomparsa di Gessica Lattuca. L’esame del DNA è in corso per conferma. La vicenda ha suscitato interesse pubblico e incute mistero.

Ti consigliamo come approfondimento-Russia, comunità LGBTQ+ considerata organizzazione terroristica: violati i diritti umani!

Agrigento resti umani ristrutturazione di un palazzo

Nel tranquillo comune di Favara, nell’Agrigentino, una scoperta inquietante ha gettato luce su un mistero avvolto dal sospetto e dall’incertezza. Durante lavori di ristrutturazione in un appartamento della via Luigi La Porta, nel quartiere Giarritella, alcuni operai hanno fatto una scoperta inaspettata. Sono state trovate ossa, potenzialmente umane, tra i detriti. Ciò ha immediatamente scatenato una reazione di allarme. Sul posto sono giunte le Forze dell’Ordine e gli investigatori, determinati a risolvere il puzzle di questo enigma oscuro. La squadra di operai, intenta ai lavori al primo piano della vecchia palazzina, è stata sorpresa nel trovare le ossa tra i calcinacci. Sebbene la loro origine esatta non sia stata chiara, è emerso che i resti ossei erano immersi tra i detriti. I Carabinieri cittadini e quelli del nucleo investigativo di Agrigento sono intervenuti mettendo l’intero edificio sotto sequestro. L’esame del DNA è stato considerato fondamentale per ottenere indicazioni precise.

Ti consigliamo come approfondimento-Giugliano, tragedia in classe: 14enne ha un malore improvviso davanti i compagni e muore

Agrigento resti umani ristrutturazione: sospetti

Gli investigatori mantengono aperte tutte le possibilità. È incluso il sospetto che i resti possano essere stati dissotterrati, sepolti, e successivamente riaffiorati, sia deliberatamente che accidentalmente. Carabinieri e pubblici ministeri stanno interrogando gli operai coinvolti nel ritrovamento. Mentre i resti sono stati sequestrati e inviati al Reparto Investigazioni Scientifiche (RIS) di Messina per un esame forense completo. Al momento, non esistono indizi definitivi sull’identità dei resti ossei. Ma la scomparsa di Gessica Lattuca, una giovane madre di quattro figli svanita nel nulla il 12 agosto 2018 a Favara, ha attirato l’attenzione degli investigatori. L’appartamento in cui sono stati trovati i resti si trova vicino alla residenza del fratello della donna, Vincenzo Lattuca. Questi precedentemente era stato indagato e recentemente deceduto. Tuttavia, Giuseppe Lattuca, il padre di Gessica, ha espresso dubbi sulla connessione tra i resti e sua figlia.

Ti consigliamo come approfondimento-Gioco mortale, sale sul tetto dell’auto in corsa: morto a 27 anni. Denunciato l’amico alla guida

Agrigento resti umani ristrutturazione: indagini in corso

Nonostante l’opinione pubblica abbia immediatamente collegato il ritrovamento delle ossa alla scomparsa della giovane madre. È necessario un riscontro scientifico per confermare tale ipotesi. Gli specialisti del RIS di Messina dovranno pulire e analizzare i frammenti ossei. Bisognerà estrarre il DNA e confrontarlo con il profilo genetico di Gessica Lattuca. Tale processo richiederà tempo e precisione. Mentre la comunità di Favara resta in attesa ansiosa, l’indagine continua, guidata dal procuratore di Agrigento Giovanni Di Leo. L’esito dell’analisi forense sarà fondamentale per risolvere il mistero e portare chiarezza su questa vicenda dai contorni oscuri e inquietanti.