AstraZeneca, AIFA ammette: esiste legame tra vaccino ed eventi trombotici

0
162
aifa astrazeneca trombosi

AIFA AstraZeneca trombosi – il farmaco risulta collegato ai casi di trombosi. Anche se in casi rari, la relazione tra il vaccino e le morti sospette che hanno sconvolto il Paese negli ultimi tempi, esiste. A riportarlo è un documento della casa di produzione di Vaxzevria stessa.

Ti consigliamo come approfondimento – Protesta di 400 sanitari no vax: “Noi cavie. Il vaccino è un esperimento!”

AIFA AstraZeneca trombosi: esiste un filo conduttore?

vaccino covid funzionaIl vaccino Vaxzevria, ma ancora ampiamente noto come AstraZeneca, torna a far parlare di sé. Con lo svolgimento – tutt’ora in atto – del programma dell’immunizzazione di massa, sono sorti dei pettegolezzi pungenti non solo in Italia, ma in diverse nazioni europee. I più ricorrenti, che in alcuni casi hanno condotto i pazienti alla morte, riguardano la formazione di trombi cerebrali. Questo è sicuramente l’effetto collaterale più grave riscontrato, oltre a vomito, dolori, febbre e coagulazione sanguigna. I ripetuti eventi di morti o ricoveri in terapia intensiva hanno spinto l’AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco) ad aprire uno studio a riguardo. I risultati, da definire ancora parziali, sono arrivati nelle ultime ore. Dai riscontri delle analisi, sembrerebbe che ci sia l’esistenza di un connettore tra vaccino e malattia. Seppur le reazioni avverse siano molto rare, il comunicato è stato reso noto poiché i casi “hanno superato quanto atteso nella popolazione generale”.

Ti consigliamo come approfondimento – Campania, cambia il piano vaccini: “Non più per età ma per categorie!”

AIFA AstraZeneca trombosi: il documento

astrazeneca danimarca
Logo dell’AIFA

Come si può leggere nel documento, “una combinazione di trombosi e trombocitopenia, in alcuni casi accompagnata da sanguinamento, è stata osservata molto raramente dopo la vaccinazione con Vaxzevria. […] Si è verificata in donne di età inferiore ai 60 anni entro i quattordici giorni successivi alla vaccinazione. In alcune l’esito è stato fatale”. È specificato, tuttavia, che tali effetti collaterali non si sono presentati in seguito alla somministrazione della seconda dose. Secondo gli esperti, questa particolare sindrome tende a manifestarsi nel momento in cui il sistema immunitario della persona è in grado di cambiare la struttura del PF4. Da questo momento, la trombosi verrà inserita tra i possibili effetti indesiderati del bugiardino del medicinale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

diciannove − quattro =