Allenamento o dieta: il dilemma per rimettersi in forma

0
241
allenamento

Fare allenamento e mettersi a dieta? La scelta non è semplice. Inoltre spesso ognuno di noi decide di agire solo quando vede l’ago della bilancia salire troppo. Questo comportamento, per quanto comprensibile, è però sbagliato. La forma fisica è molto più di ciò che si vede allo specchio o sulla bilancia. Infatti è la quantità di grasso e di muscolo presente nell’organismo. (Leggi anche – 7 motivi per allenarsi)

Ritrovare la forma fisica: allenamento o dieta?

Se vuoi ritrovare la forma fisica dopo l’inverno, devi pensare per prima cosa a una strategia per ridurre la massa grassa, conservare o aumentare la massa magra (i muscoli), perdere i liquidi in eccesso e modellare il fisico. In questo modo arriverai alla prova costume senza i chili di troppo, senza perdere il tono e soprattutto, il buonumore!

Quindi? Movimento, movimento, movimento!

allenamento

Non esiste dieta dimagrante, anche la migliore del mondo, che non abbassi il metabolismo basale, cioè che non riduca la nostra capacità di bruciare calorie.

Perché? Perché non esiste dieta che ci faccia perdere solo massa grassa. A dieta si perde anche in muscoli con conseguente riduzione del metabolismo e quindi delle calorie che si bruciano quando si è a riposo o in movimento.

L’allenamento, con l’aumento della massa muscolare che comporta, riesce invece a riattivare il metabolismo con la piacevole conseguenza di riuscire a bruciare di più anche durante il riposo, quando dormi, studi, lavori, o fai la spesa.

Quindi, fermo restando che controllare l’alimentazione è assolutamente necessario, se vuoi trovare una priorità per metterti in forma, bisogna cominciare o riprendere a fare attività fisica e acquisire l’abitudine al movimento.

(Leggi anche – Stanchezza, è possibile eliminarla con gli allenamenti)

Allenamento: come varia da persona a persona

L’allenamento di una persona sedentaria

stanchezzaSe sei un sedentario, per iniziare, la frequenza di allenamento che ti consiglio è di 2 sedute settimanali di circa 45′ combinando l’attività di tonificazione coi pesi o a corpo libero con l’attività aerobica come la camminata in salita, la corsa, il nuoto o la bicicletta.

Di solito è utile iniziare con gli esercizi anaerobici di tonificazione a cui far seguire il cardio in modo da attivare il consumo di zuccheri e grassi durante la sessione di allenamento.

All’inizio, se non sei allenato, la camminata veloce sarà perfetta come attività cardio. Successivamente potrai passare gradualmente alla corsa.

Ma come strutturare le sessioni di allenamento?

È più difficile di quanto si pensi. La soluzione ideale è sempre quella di farsi seguire da un trainer in gamba che sappia cosa sta facendo (e ti assicuro che non lo sono tutti!).

In linee generali però posso dirti che la struttura base di un allenamento dovrebbe rispettare queste linee guida:

  • 7′ di Riscaldamento (5’ cardio + 2’ corpo libero);
  • 2 esercizi per gli arti inferiori;
  • 2 esercizi per il tronco e gli arti superiori;
  • 2 esercizi per l’addome e la schiena;
  • 20′ di cardio a bassa intensità (la camminata o la cyclette);
  • 5’ di stretching total body.

allenamento

L’allenamento di chi già “è allenato”

Se ti alleni in autonomia (senza la guida di un trainer), potrebbe essere difficile azzeccare l’allenamento giusto per te.

Come già detto, sempre meglio tanta fatica con un trainer capace.

Se ti alleni con una App, l’allenamento va calibrato in base ad alcuni test da fare (prima) per poterti allenare in sicurezza (dopo), con la giusta programmazione settimanale e gli esercizi adatti a te. Inoltre, per la tua sicurezza, è bene che qualcuno in carne e ossa ti osservi mentre ti muovi e corregga ciò che sbagli. Per questo, l’allenamento serio è un’altra cosa.

Se frequenti una palestra, esistono molti allenamenti che ottimizzano e accelerano il metabolismo.
Devi solo assicurarti che il tuo trainer li conosca o che te li faccia usare in modo corretto!

In definitiva, per rimetterti in forma è bene partire da un buon allenamento ma deve essere subito seguito dalla cura dell’alimentazione e dalla correzione dello stile di vita soprattutto se hai troppe cattive abitudini.

Ciò che importa però è che tu decida di iniziare il tuo personale percorso di cambiamento. Quindi, resta in movimento!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here