Tremenda alluvione nelle Marche: il presidente Acquaroli chiede lo stato d’emergenza

0
1332
Alluvione Marche Acquaroli,
Dalle pagine FB ufficiale del pres. Acquaroli e del Comune di Cantiano

Alluvione Marche Acquaroli, il presidente regionale chiede al governo lo stato d’emergenza. Il tutto è dovuto alla tremenda alluvione che ha colpito la regione Marche nella notte. Si è abbattuta principalmente nell’entroterra della provincia di Pesaro-Urbino, a Cantiano, ma soprattutto nella provincia di Ancona. Sono qui infatti che si conta un numero di vittime, al momento, pari a 9, e un totale di 4 dispersi. Sono invece centinaia gli sfollati. Una situazione tragica che ha dunque portato il presidente della regione Marche, Francesco Acquaroli, a chiedere lo stato d’emergenza.

Ti consigliamo come approfondimento – Sardegna assediata dal maltempo: alluvione a Bitti, 3 morti e 2 dispersi

Alluvione Marche Acquaroli: la lettera del presidente regionale

Alluvione Marche Acquaroli,
Dalla pagina FB ufficiale del Comune di Cantiano

Francesco Acquaroli, presidente della regione Marche, tramite una lettera indirizzata a Frbizio Curcio, capo del dipartimento di protezione civile Nazionale, chiede lo stato di emergenza. “Una tragedia di enormi proporzioni” la definisce. “Sono caduti in circa tre ore 420 millimetri di pioggia, la metà di quello che piove in un anno nella regione” afferma. Dati che poi sono confermati anche dal prefetto di Ancona. “Si è principalmente riversato il tutto nelle province di Pesaro-Urbino e Ancona, causando numerose vittime e altre persone risultano disperse”. Poi prosegue: “Lo straordinario sforzo operato dalla protezione civile, volontari, vigili del fuoco e forze dell’ordine, si sta rivelando tempestivo”.

Parole, quelle del Presidente, che anticipano dunque la sua richiesta. Quella di uno stato d’emergenza si rivela infatti una necessità in questo momento per i territori colpiti.

Ti consigliamo come approfondimento – Terremoto Irpinia, quarant’anni dopo: il dramma che colpì la Campania

Alluvione Marche Acquaroli: la richiesta dello stato d’emergenza

Alluvione Marche Acquaroli,
Dalla pagina FB ufficiale del Comune di Cantiano

“Si è attuato un massiccio dispiegamento di risorse umane e materiale con la collaborazione del ministero della Difesa”. Rammenda Acquaroli: “Che ha messo a disposizione elicotteri con capacità operative nelle ore notturne”. Pertanto: “Data l’eccezionalità del fenomeno meteorologico e le sue ripercussioni sul territorio che ha causato dissesti e richieste di stato di emergenza da numerosi comuni marchigiani”. Prosegue il presidente: “La regione Marche ritiene di aver posto in essere tutto quanto previsto e tuttavia ripercussioni e conseguenze sul territorio sono tali da dover chiedere risorse e poteri straordinario”.

Ti consigliamo come approfondimento – ONU: inizia il countdown, 11 anni per salvare il nostro pianeta

Alluvione Marche Acquaroli: protezione civile e prefettura

Alluvione Marche Acquaroli,
Dalla pagina FB ufficiale del Comune di Cantiano

“Ci sono stati momenti di terrore con quantitativi d’acqua veramente straordinari”. Queste le parole di Fabrizio Curcio, capo della protezione civile. “Si è battuta in qualche ora un terzo della pioggia che in un anno cade normalmente su questo territorio” afferma. “In alcune zone ha piovuto il doppio di quello che piove in un’estate” continua. “L’acqua si è abbattuta sui territori in maniera così repentina da portare scompiglio e morte”. Poi la parola passa al prefetto di Ancona, Darco Pellos. “Nelle zone colpite dall’emergenza maltempo nelle Marche al momento sono centinaia gli sfollati”. Poi ha confermato che: “Ci sono ricerche in corso che riguardano dei minori“: Al momento i vigili del fuoco impiegati sono almeno centottanta.