Animali e botti di Capodanno: come sopravvivere alle feste

0
582
ANIMALI

Attesissimi, come ogni anno, i botti di Capodanno che chiuderanno anche questo 2019. Ma se per noi è una gioia osservare il cielo che s’illumina di mille colori, per gli animali è l’inverso. Fuochi d’artificio, petardi e botti vari creano negli animali una sensazione di spavento. Ciò li porta alla fuga e anche a perdere l’orientamento: bisogna proteggerli!

Ti consigliamo come approfondimento – Coca Cola: Christmas Village a Napoli per sostenere il Banco Alimentare 

Animali: la festa più odiata

AnimaliPer i nostri cari animali domestici, Capodanno è un vero e proprio trauma. Potremmo tranquillamente dire sia la festa più odiata dai nostri amici a quattro zampe. Infatti, al sentire lo scoppio dei botti, sono spesso terrorizzati. Ad avere maggiormente paura i cani, col loro super udito.

Più volte l’ENPA (Ente Nazionale protezione Animali) ha lanciato una petizione anti-botti in diversi comuni d’Italia, lamentando danni inimmaginabili per gli animali. ENPA ci fornisce anche qualche esempio: negli uccelli, un botto causa uno spavento tale da indurli a fuggire per andare a morire sfracellandosi su muri, alberi o cavi elettrici. E poi ci sono gli allevamenti, bovini, di cavalli o di conigli. Lo spavento provocato dalle esplosioni può provocare nelle femmine gravide addirittura l’aborto.

Ti consigliamo come approfondimento – Circo: la Campania dice stop. La regione approva il divieto

Come proteggere il proprio animale?

animaliDa anni la LAC (Lega per l’Abolizione della Caccia) invita i cittadini amanti degli animali a non utilizzare botti, per salvaguardare la loro salute. Proprio per questo chi possiede animali domestici, nella notte di San Silvestro, deve avere alcune accortezze.

Riguardo i gatti, è bene rinchiuderli in luoghi tranquilli e per quanto possibile chiudere tutte le finestre, in modo da diminuire bagliori e rumori. Per i cani bisogna invece comportarsi in modo più normale possibile, senza rassicurare o accarezzare il proprio animale. La forte empatia che ha con il proprietario lo farà sentire automaticamente più tranquillo.

Ti consigliamo come approfondimento – Idee regalo per Natale: gioie o dolori? Mai più impreparati

Le petizioni degli enti contro i botti

CapodannoLa LAC, l’ENPA e anche l’associazione CEDA (Comitato Europeo Difesa Animali) hanno invitato tutti i cittadini a non acquistare botti, in modo da salvare centinaia di migliaia di animali dalla morte, da probabili incidenti e da traumi da stress.

Oltre ai pericoli che abbiamo già menzionato, questa “tradizione” ogni anno provoca in tutta Italia un numero elevatissimo di feriti. Molti di questi rischiano addirittura l’amputazione della mano o la perdita di un occhio. Nei casi più gravi, qualcunoi ci ha anche rimesso la vita.

Questo l’appello di ENPA, LAC e CEDA: “Ci appelliamo a tutte le persone sensibili e civili affinché non utilizzino i botti. In questo modo eviteremo una strage silenziosa e centinaia di interventi dei Vigili del Fuoco chiamati ogni anno per recuperare cani e gatti terrorizzati rifugiati nei posti più impensabili.”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

2 × 4 =