Troppi animali e bambini abbandonati nelle auto: un passante cosa può fare?

0
573
Animali chiusi auto
Dalla pagina Facebook ufficiale dell'Oipa, Organizzazione internazionale protezione animali

Animali chiusi auto: Il tema degli animali lasciati chiusi in auto, così come i bambini, torna purtroppo alla ribalta ogni volta che avviene una tragedia. Negli ultimi anni sono stati moltissimi gli amici a quattro zampe che hanno perso la vita nelle vetture dei loro padroni. Ecco che l’Organizzazione internazionale protezione animali (Oipa) interviene in merito.

Ti consigliamo come approfondimento-Nola, 20enne investe pedoni dopo aver litigato con la fidanzata: almeno 7 feriti

Animali chiusi auto: intervento Oipa

Dalla pagina Facebook ufficiale dell’Oipa, Organizzazione internazionale protezione animali

Negli ultimi anni sono stati moltissimi gli amici a quattro zampe che hanno perso la vita nelle vetture dei loro padroni. L’Organizzazione internazionale protezione animali (Oipa) lancia un’infografica invitando alla massima attenzione sia per i bambini sia per gli animali che viaggiano con noi in auto. L’associazione informa inoltre che lasciare il cane in auto mettendo a repentaglio la sua vita o, peggio, facendolo morire è reato. L’Oipa spiega che, se non si trova nelle vicinanze il proprietario del veicolo, anzitutto è nostro dovere contattare immediatamente la forza pubblica. Ovunque ci si trovi, si può chiamare il 112, numero di emergenza unico europeo. Le Forze dell’Ordine hanno il dovere d’intervenire per accertare la situazione e salvare l’animale. È consigliabile trovare testimoni sul posto e fare presente, già al telefono, le condizioni di salute dell’animale. In tal modo si potrà intervenire con cure veterinarie in caso di necessità.

Ti consigliamo come approfondimento-Silvio Berlusconi è morto a 86 anni. La Politica, lo Spettacolo e il Calcio Italiano in lutto

Animali chiusi auto: un passante può intervenire?

Se non è possibile ottenere l’intervento tempestivo delle autorità e l’animale manifesta un malessere, il soccorritore che rompe il finestrino è ritenuto responsabile per danneggiamento del veicolo? A tale domanda risponde l’avvocato Claudia Taccani, responsabile dello Sportello legale dell’Oipa. La Taccani ha detto: “È possibile invocare lo “stato di necessità” nel caso di un’eventuale richiesta d’indennizzo da parte del proprietario del veicolo. Tuttavia, è sempre consigliabile prima di tutto contattare immediatamente la forza pubblica. È necessario avere testimoni e prove come foto e video per dimostrare la necessità d’intervenire per salvare una vita”.

Ti consigliamo come approfondimento-La scelta delle “vittime” delle zanzare è una questione di chimica

Animali chiusi auto: si tratta di un reato?

pulizia covid-19 calabria autodichiarazione, concorso cancellieri esperti decreto legge pasqua, riforma giustizia processo penale, processo clan mascitelli reddito cittadinanza, cina magistrato robot, polizia protesta pensioniTenere un animale in un veicolo fermo al caldo è reato. Può anche configurare una responsabilità penale per detenzione incompatibile e produttiva di gravi sofferenze. Già nel 2008, la Corte di Cassazione si era espressa. Un uomo venne condannato per aver lasciato il proprio cane nell’automobile parcheggiata al sole a una temperatura elevatissima. I giudici lo ritennero responsabile anche in assenza della volontà d’infierire sull’animale o di lesioni. Nel 2014, la Corte di Cassazione ha confermato la responsabilità penale per detenzione incompatibile di animali a due soggetti. I due furono condannati alla pena di 1.100 euro di ammenda ciascuno.

Più recentemente, la Corte di Cassazione, con sentenza del 2021, ha confermato la condanna alla pena di 4 mila euro di ammenda nei confronti di due soggetti per detenzione incompatibile di animali. I due avevano causato gravi sofferenze a due cani lasciandoli chiusi durante una notte invernale all’interno di un’autovettura. Gli animali, che avevano manifestato forte irrequietezza, erano di grossa taglia. I cani non avevano sufficiente spazio all’interno dell’autovettura per muoversi né protezione dalle intemperie.