Anna Balbi, l’Alfiere della Repubblica orgoglio di Napoli

0
33
anna balbi

SAN GIOVANNI A TEDUCCIO – Anna Balbi, 12 anni, è stata nominata Alfiere della Repubblica 2018 per il suo impegno in attività di solidarietà e volontariato. (Leggi anche – La Regione Campania aiuta la scuola: pronte 14.054 borse di studio) Il Capo dello Stato, Sergio Mattarella, si è complimentato con Anna e altri 28 ragazzi italiani, tutti al di sotto dei 18 anni.  L’onorificenza è stata consegnata con attestato alla cerimonia tenutasi lo scorso 13 marzo al Quirinale. “La vostra presenza trasmette allegria, l’allegria di una concezione della vita straordinariamente positiva e ben vissuta“, il benvenuto del Presidente.

Anna Balbi, un esempio della Napoli gentile

anna balbiAnna Balbi, classe 2006, ha come hobby la lettura e il volontariato. Nonostante frequenti la scuola in un quartiere impegnativo di Napoli, con alta dispersione scolastica, emerge per il suo impegno sociale.

È stata premiata Alfiere della Repubblica per:

  • Aver contribuito a riqualificare il territorio pulendo strade e spiagge di San Giovanni a Teduccio.
  • Essere socialmente attiva con Libera, il WWF e l’oratorio del suo quartiere.
  • Aver difeso chi è in difficoltà, con particolare attenzione ai coetanei con disabilità e vittime di bullismo.

Dichiara :”I bulli sono ragazzi che trasformano le loro debolezze in rabbia“. Per lei “il dolore dovrebbe essere un’emozione condivisa e non da accumulare“. Parlando di sé: “Non amo le ingiustizie e, anche se mi criticano, non so stare zitta“-. Sogna di diventare pediatra per curare gratuitamente i bambini del suo quartiere. Anna Balbi e altri 28 ragazzi hanno meritato il titolo di Alfiere. Ringraziati da Mattarella per “aver dimostrato che la solidarietà è l’impalcatura della convivenza“.

Modernissimo, a Napoli la presentazione del film “Ed è subito sera”

Alfiere della Repubblica, come candidarsi

anna balbiIstituito dal 2010 dalla Presidenza della Repubblica, il titolo celebra annualmente quei giovani minorenni che rappresentano un modello di buon cittadino. Vengono premiati coloro che si distinguono nello studio, in attività culturali, scientifiche, artistiche, sportive, nel volontariato. Oppure chi ha compiuto atti eroici o abbia adottato comportamenti ispirati a senso civico, altruismo e solidarietà. L’Attestato attribuisce il titolo di “Alfiere della Repubblica” e viene concesso solo ai cittadini italiani, anche se residenti all’estero. Possono candidarsi anche cittadini stranieri residenti a condizione che siano nati nel nostro Paese o abbiano frequentato scuole italiane per almeno 5 anni. Gli aspiranti possono essere segnalati da cittadini, associazioni, enti e Istituzioni. Attraverso modulo apposito scaricabile dal sito quirinale.it, si inviano le candidature alla mail della Presidenza della Repubblica.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here