Anonymous contro la polizia americana: giustizia per George Floyd

0
332
anonymous

Anonymous – la celebre quanto misteriosa rete di hacker cyberattivisti – si schiera con i manifestanti contro la polizia di Minneapolis (nel Minnesota, USA). L’omicidio del quarantaseienne George Floyd ha indignato moltissime persone, americane e non. Le immagini dell’arresto, circolate rapidamente, hanno generato polemiche e manifestazioni in strada. Anche il web ha seguito con occhio attento la vicenda: video, foto, commenti e post condivisi ogni giorno da milioni di utenti. Anche Anonymous scende in campo e si schiera contro la polizia e le istituzioni corrotte.

Ti consigliamo come approfondimento – “Stiamo venendo a prendervi”: gli hacker minacciano i pedofili in rete

Anonymous entra nella radio della polizia 

coronavirusSul proprio profilo Twitter, Anonymous ha pubblicato un video di pochi minuti. Nel messaggio, si schiera con i manifestanti contro la violenza della polizia americana. L’omicidio Floyd non è un caso isolato. Gli hacker elencano diverse decine di episodi che vedono le forze dell’ordine colpevoli di crimini contro i cittadini. Si prospetta, quindi, un’offensiva di grandi dimensioni, per smascherare poliziotti e politici coinvolti, hackerando i profili istituzionali.

Secondo alcune notizie, l’operazione avrebbe già avuto inizio. Sembra infatti che ci siano state delle incursioni nel sito della polizia di Minneapolis e nel sistema radio della polizia di Chicago. Sulle frequenze di quest’ultima sarebbe stata trasmessa la canzone “Fuck the police“.

“Smaschereremo i poliziotti”

legittima difesaIl filmato di Anonymous ha fatto rapidamente il giro del mondo, tra gli ormai noti hashtag #JusticeForGeorgeFloyd, #ICantBreathe e #BlackLivesMatter. Anonymous promette che la morte di George Floyd non rimarrà impunita. Si fa portavoce di quei cittadini americani stanchi dei soprusi delle istituzioni.

Ti consigliamo come approfondimento – Omicidio Walter Tobagi: ucciderne uno per educarne cento

La loro operazione di massa punta a smascherare tutti i crimini contro i cittadini a opera di poliziotti violenti, rivendicando un sistema di giustizia più trasparente e meno corrotto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here