Apertura nuovo ristorante: ecco come scegliere l’allestimento

0
86

Si pensa che un cliente scelga un ristorante solo in base alla qualità del cibo, ma questo è parzialmente vero. È indubbio che la cucina ha gran parte del merito, ma non bisogna mai trascurare la necessità di un arredamento accogliente e accattivante.

L’ambientazione non è soltanto una questione di design, ma un elemento fondamentale del suo appeal e della sua identità, che trasmette sensazioni ed emozioni a tutte le persone che vi mettono piede dentro.

Oltre a influenzare l’esperienza degli ospiti, l’allestimento ha quindi un impatto significativo anche dal punto di vista del marketing: se ben curato, infatti, può anche essere una potente leva per la promozione del ristorante attraverso foto e recensioni sui social media.

È quindi evidente che questo sia un aspetto da curare con attenzione, affidandosi a fornitori affidabili e professionali, come Tognana Professional, in grado di offrire una vasta gamma di prodotti, tra cui piatti, bicchieri, tovaglie e molto altro, di alta qualità, stile e funzionalità.

Stile ed atmosfera: la base essenziale da cui partire

Quando si apre un nuovo ristorante, l’allestimento è quindi la carta d’identità che rivela la personalità del locale fin dal primo sguardo. Non si tratta solo di scegliere mobili e decorazioni, ma di creare un’atmosfera che avvolga i clienti e li faccia sentire a casa.

Sebbene non esistano regole fisse, la coerenza tra il tema del locale, la tipologia di cucina e lo stile dell’arredamento è fondamentale per suscitare un’immediata impressione di autenticità e raffinatezza.

È importante quindi partire proprio dalla scelta del tema, che non deve rispettare solo lo stile preferito, ma anche prestare una particolare cura ad una vera e propria strategia di marketing.

Che si tratti di un ristorante romantico per coppie o di un locale trendy per giovani professionisti, ogni dettaglio deve essere studiato per rispondere alle esigenze e alle aspettative dei clienti target.

Solo a quel punto è possibile selezionare i mobili che trasformeranno l’idea in realtà, senza dimenticare che oltre all’aspetto estetico, è importante considerare anche la comodità, la durata nel tempo e la praticità di manutenzione.

Da non sottovalutare la scelta del servizio di piatti

Come accennavamo, ogni dettaglio all’interno della ristorazione è fondamentale, e tra questi rientra anche il servizio dei piatti: questi non sono infatti semplici contenitori, ma elementi essenziali dell’esperienza gastronomica e visiva offerta ai clienti.

La scelta dei piatti dovrebbe essere quindi accuratamente ponderata, in quanto questi dovrebbero integrarsi perfettamente con lo stile e il concept del ristorante, riflettendo l’identità e l’atmosfera che si desidera trasmettere.

Oltre all’estetica, è cruciale poi valutare la praticità nell’utilizzo quotidiano. I piatti devono essere durevoli e facili da maneggiare per il personale, garantendo un servizio efficiente e senza intoppi.

Il materiale deve avere un occhio di riguardo perché è importante che il servizio sia resistente, per evitare che si danneggi facilmente dai diversi rimaneggiamenti o dai numerosi lavaggi, e facili da pulire.

In definitiva, quindi, di fronte alla scelta di quali piatti acquistare è bene tenere in attenta considerazione design, robustezza e praticità, per garantire un servizio in linea con gli standard del locale ed efficiente.

I dettagli che fanno la differenza: l’importanza delle giuste posate

Così come per i piatti, anche le posate hanno bisogno della giusta attenzione perché non sono solo strumenti per mangiare: si tratta, anzi, di veri e propri complementi che contribuiscono a elevare l’esperienza gastronomica offerta dal ristorante.

Quando vengono selezionate è importante prima di tutto considerare come si integrano con il resto dell’allestimento. Il loro stile e design devono quindi armonizzarsi con l’atmosfera del locale, riflettendo l’identità e lo stile del locale.

Posate eleganti e raffinate potrebbero essere la scelta ideale in caso di ambientazioni di lusso, mentre posate più rustiche e informali potrebbero essere più adatte per un ambiente dallo stile più casual.

Oltre all’aspetto estetico, è essenziale anche in questo caso valutare materiali, peso e design ergonomico.

Materiali di alta qualità come l’acciaio inossidabile assicurano durata nel tempo e resistenza alla corrosione, mentre un peso bilanciato e un design ergonomico garantiscono una presa comoda e sicura per i clienti.

Tovaglie o tovagliette?

Per concludere, la scelta tra tovaglie e tovagliette è una decisione cruciale per il successo del ristorante, poiché entrambe hanno un impatto significativo sull’esperienza dei clienti.

La tovaglia, con la sua eleganza classica, può conferire un tocco di raffinatezza alla tavola, tuttavia è importante considerare la sua lunghezza per evitare che sia scomoda per i clienti. Questa, infatti, dovrebbe scendere appena sotto il bordo del tavolo.

D’altra parte, sempre più ristoratori stanno optando per tavoli “nudi”, seguendo la tendenza moderna di valorizzare il piano del legno stesso. Questa scelta è particolarmente adatta per ambienti informali o per evidenziare tavoli di pregio con lavorazioni particolari.

In alternativa, vengono sempre più usate da tanti ristoratori le tovagliette di carta monouso. Queste offrono vantaggi in termini di igiene, praticità e personalizzazione assolutamente da non sottovalutare.

Sono una soluzione conveniente e sostenibile, materia sempre più al centro dell’attenzione di moltissimi professionisti in cerca di soluzioni ecocompatibili che possano agevolare anche dal lato economico.