Apocalisse 4800, è allarme per il Ministero della Salute: morire di caldo non è più soltanto un modo di dire

0
303
Apocalisse 4800

Apocalisse 4800 non dà tregua a nessuno. Dopo un brevissimo respiro di sollievo dato dalla frescura delle scorse settimane, il caldo torna imperioso. In tutta Europa si registrano temperature oltre i record. Scienziati ed esperti continuano a lanciare allarmi e avvertenze. Non si tratta di anomalie o eccezioni. È il cambiamento climatico, in anticipo di 30 anni. Dal 21 luglio fino alla fine del mese, in Italia, oltre nove città registreranno temperature oltre i 40/42 °. Il Ministero della Salute lancia l’allarme.

Ti consigliamo come approfondimento-Matrimonio diventa tragedia: invitato spara con un fucile e uccide la sposa

Ondata Apocalisse 4800: si muore di caldo e non è un modo di dire

Apocalisse 4800Il caldo non lascia respirare e per diverse persone le alte temperature sono fatali. Morire di caldo, stremare per il caldo sono spesso modi di dire. Eppure, Apocalisse4800 e le precedenti ondate di calore stanno dimostrando che il caldo può essere una causa di morte. Nel 2003, l’anno più caldo mai ricordato – prima dell’attuale 2022 -, aveva ucciso 70 mila persone in 16 paesi europei. In Italia ben 20 mila.
Le attuali temperature hanno superato anche i 40°. In alcune parti d’Europa sono stati registrati anche 45°. Numeri troppo elevati per il nostro corpo. Tali temperature a lungo termine inducono il corpo al collasso. Nell’ultimo periodo, Spagna e Portogallo hanno giù dichiarato stime di 1.700 morti. L’Italia non conosce ancora le cifre esatte. Stimare la causa di morte per il caldo è molto difficile, ma è realtà.

Il corpo umano deve mantenere costantemente una temperatura interna che varia dai 35,5° ai 37°. Per farlo ricorre a due strumenti: sudorazione e dilatazione dei vasi sanguigni. Tuttavia, tali risposte possono essere sì semplici, ma anche fatali. Soprattutto per le persone anziane, per i bambini, per le donne incinte. Per le persone con malattie cardiache e problemi di coagulazione del sangue. per i diabetici e per le persone che soffrono di bassa pressione. L’eccessiva sudorazione induce il corpo a espellere sali minerali, ciò affatica anche i reni. Insomma, il calore eccessivo e perpetuato nel tempo mette a dura prova il corpo. Per molti, ciò sta divenendo fatale.

Ti consigliamo come approfondimento – Benzina sotto i 2 euro grazie al taglio accise, ma se cade il governo…

Apocalisse 4800: nove le città italiane a rischio, l’allarme del Ministero

Apocalisse 4800Che non si tratti solo di caldo anomalo forse è chiaro. O almeno è chiaro a chi sta prestando particolare attenzione alle anomalie che si stanno verificando sul nostro pianeta. L’ennesima ondata di calore che sta colpendo l’Europa ha un nome particolare: Apocalisse 4800. 4800 sta a indicare la quota degli zero gradi a quota 4800. In poche parole, anche sulle cime più alte delle montagne europee – 4806 è la vetta del Monte Bianco – il ghiaccio inizia a fondere.
Questa non è una buona notizia, tutt’altro. La fusione dei ghiaccia italiani, l’estrema siccità che perdura da gennaio. Il caldo continuo ed estremo, la mancanza di pioggia, l’accorciarsi dell’inverno. Sono davvero tanti i segnali e non possono essere ignorati.

Il punto di apice del cambiamento climatico era atteso per il 2050, ma per gli scienziati è vicino. Anticipato di trent’anni. Apocalisse 4800 ne è un esempio. Il caldo è arrivato a punte estreme fino al Regno Unito. In Italia, durerà almeno fino al 30 luglio. Dal 21 luglio si registreranno temperature anche oltre i 42°. Rischio elevato per nove città in particolare: Roma, Firenze, Latina, Rieti, Genova, Perugia, Bologna, Brescia e Bolzano. Per il Ministero della Salute è bollino rosso. Preoccupano anche Napoli, Milano, Pavia, Padova e Terni. Nessuna tregua per le ore notturne.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

otto − 6 =