Archivio Storico: scuola di cucina e mixology per studenti

0
42
Archivio Storico

L’Archivio Storico diventa per un giorno scuola di premium bar e ristorante didattico. Il famoso locale vomerese, situato in Via Scarlatti 30, si è trasformato nella sede scolastica di una ventina di ragazzi dell’IPSEOA “G.Rossini” (classi 3B e 5C, indirizzo “sala e vendita”). I ragazzi, accompagnati dalla prof.ssa Rossana D’Elia, dalla prof.ssa Maria Pagnozzi e dalla prof.ssa Anna Porzio, sono stati egregiamente accolti dal direttore del locale Tommaso Coppola, responsabile dell’organizzazione dell’iniziativa(Leggi anche- BeCheffy, la community “Cuochi per passione”).

Archivio Storico: il programma della giornata

Archivio StoricoI ragazzi durante la giornata hanno svolto una lezione di mixology e una di cucina. Queste sono state tenute rispettivamente dal bar manager della struttura, Salvatore D’Anna; e da due chef della brigata di cucina del ristorante (Giustino Volpe e Vittorio Bove). Dalla teoria alla pratica! Dopo le lezioni gli studenti sono stati coinvolti prima nella preparazione di un punch; successivamente nella preparazione di crocchette di pollo con salsa barbecue. Ovviamente anche quest’ultima preparata da loro.

Leggi anche Gelati d’Italia: lo speciale record campano nella guida del Gambero Rosso

La soddisfazione dell’ideatore del progetto Archivio Storico

Queste attività ci consentono di far conoscere anche ai giovanissimi la cucina borbonica; di consentire loro l’approfondimento del mondo della mixology; del concetto del ‘bere bene’– afferma Luca Iannuzzi, ideatore del progetto “Archivio Storico” -. Rappresentano delle occasioni di formazione a diretto contatto con il mondo del lavoro in quanto gli studenti sono messi faccia a faccia con l’operatività di un vero ristorante”.

“L’arte” del mixology

La mixology è l’ultima frontiera del mondo dei cocktail. Rappresenta per il mondo dei Archivio Storicodrink quello che la cucina gourmet rappresenta per quello del food. Qui non sono previsti movimenti spettacolari e mosse rapide e acrobatiche tipiche dei flair barman;  bensì gesti lenti e misurati. Il tutto è quasi sempre accompagnato da spiegazioni eleganti e affascinanti su come assaporare al meglio la bevanda proposta.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here