Aria condizionata in auto proibita: multe salate fino a 444 euro

0
440
stop lavoro aperto; aria condizionata auto

Aria condizionata auto divieto? Volete mettervi alla guida d’estate senza che la pelle vi resti incollata al sediolino? Se siete degli habitué in questo senso è giusto che siate informati su quanto segue. Il Codice della Strada infatti vi punisce se accendete l’aria condizionata con il veicolo non in movimento. No, non avete capito male. Attenti a tenere l’auto in sosta mentre si cerca di raffreddare l’abitacolo perché rischiate grosso. Il divieto è previsto anche d’inverno quando al contrario si cerca di riscaldare la vettura.

Ti consigliamo come approfondimentoSì, in Europa farà sempre più caldo (e questa è una notizia terribile)

Aria condizionata auto: cosa dice la legge?

pulizia covid-19 calabria autodichiarazione, concorso cancellieri esperti decreto legge pasqua, riforma giustizia processo penale, processo clan mascitelli reddito cittadinanza, cina magistrato robot, polizia protesta pensioni, aria condizionata autoIl Codice della Strada vieta tassativamente di tenere acceso il motore per continuare a utilizzare l’aria condizionata. Vi sembrerà assurdo ma è tutto previsto dalla legge e c’è dell’altro. Il divieto non è valido se ci si trova fermi al semaforo ma lo è quando ci si ferma per pochi secondi come quando si fa scendere o salire un passeggero a bordo. In caso di trasgressione si è passibili di una sanzione amministrativa che oscilla tra i 223 e i 444 euro. Per insorgere in questo tipo di sanzione bisogna che un agente della Polizia Municipale si trovi a passare di lì proprio mentre si sta tenendo questa condotta fraudolenta e accerti l’utilizzo errato del condizionatore in auto.

Ti consigliamo come approfondimento – Emergenza caldo: Asl Napoli 3 potenzia i servizi e consiglia come difendersi

Aria condizionata auto: ambiente e consumi

Azzerare emissioni C02, aria condizionata autoLeggendo questa notizia in molti penseranno “Meglio rischiare di pagare che collassare dal caldo” ma è giusto portare alla vostra attenzione i motivi che hanno portato alla nascita di questa norma.
Il primo è un motivo ambientale. Si cerca con questa regola infatti di ridurre le emissioni inquinanti delle vetture per salvaguardare la salubrità dell’ambiente, inoltre questi comportamenti non sono convenienti neanche per l’automobilista perché tenere accesa l’aria condizionata aumenta il consumo di carburante del 20-30 per cento.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

tre × cinque =