Armadi: le tendenze del 2021

0
751

Quando si parla di arredamento, è impossibile non concentrarsi sulla scelta di un elemento che ha un ruolo cardine sia dal punto di vista dell’estetica, sia quando si parla di praticità. Stiamo parlando dell’armadio, presente in tutte le nostre case e declinato con caratteristiche diverse a seconda della stanza in cui è collocato e dello stile di arredamento. Come lo sceglieremo nel 2021? Come lo organizzeremo internamente? Scopriamo assieme, nelle prossime righe, quali saranno le tendenze dei prossimi 12 mesi.

La parete diventa un armadio guardaroba

Uno degli aspetti che chi ha organizzato gli ambienti di casa negli ultimi anni ha dovuto affrontare è la necessità di gestire spazi piccoli. Questo può rendere difficoltosa la scelta di alcuni mobili, come per esempio l’armadio. Niente paura: dai grandi brand arrivano delle suggestioni molto interessanti al proposito. Qualche esempio? Il fatto di ricavare un meraviglioso armadio guardaroba da una parete con nicchia grande.

Su come sistemarlo all’interno, le alternative non mancano e vedono in primo piano sistemi modulari fatti da scatole e grucce, per non parlare delle custodie per riporre la biancheria da letto. Per quanto riguarda il come coprirlo, si possono scegliere due opzioni: l’armadio a vista – che però richiede il mantenimento di un ordine assoluto – ma anche la tenda che, nell’ottica della tendenza minimal che va sempre di più da qualche anno a questa parte, può essere scelta di colori soft.

Blue navy, un colore elegantissimo

Quando si guarda alle tendenze arredamento 2021, un focus doveroso deve essere dedicato al blue navy, considerato il colore per eccellenza di questa stagione. Come dimostrano i casi di e-commerce di successo come Zucca Mobili, questa cromia elegantissima sarà molto apprezzata anche per gli armadi nei prossimi mesi.

Armadio? Non solo in camera letto

Nel 2021, vedremo il consolidamento di una tendenza che stiamo vedendo da diversi anni. Di cosa stiamo parlando di preciso? Della scelta di collocare l’armadio in zone diverse dalla camera da letto. Nell’ottica degli ambienti sempre più contenuti dal punto di vista dei metri quadri, per ottimizzare gli spazi si parla di collocazione dell’armadio anche in corridoio.

In questi frangenti, torna l’importanza della struttura modulare. Da non dimenticare è anche l’illuminazione, che sarà gestita in maniera sempre più flessibile, dando spazio alle applique da parete facilmente orientabili.

Nei casi in cui il corridoio non è presente, si può scegliere di collocare l’armadio nell’ingresso di casa, puntando sempre di più all’essenzialità strutturale.

Armadio, prezioso alleato dello smart working

Fino ad ora, abbiamo parlato dell’armadio finalizzato a ospitare i capi di abbigliamento e la biancheria. Nell’ottica dell’implementazione dello smart working, entrato nelle vite di tantissime persone dal mese di marzo in poi, si parla, giustamente, di organizzazione degli spazi.

A tal proposito, l’armadio può diventare un prezioso alleato. Nel 2021, lo vedremo collocato in studio, ma anche nell’ambiente living. Parliamo di un elemento d’arredo dedicato a ospitare i documenti di lavoro e che può essere reso speciale grazie a scelte super creative.

Qualche esempio? Quando si parla di armadi collocati in ambienti arredati in ottica moderna o industrial, si può optare per la superficie in ardesia per la facciata esterna dell’anta. Grazie alla soluzione della parete lavagna, ci si può destreggiare dando vita a una versione 1.0 dell’agenda. Parliamoci chiaro: la tecnologia ci aiuta tanto – e lo smart working lo dimostra – ma avere le cose scritte nero su bianco, o nel caso della lavagna bianco su nero, aiuta tantissimo a memorizzarle e a gestire meglio gli impegni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

4 + quindici =