Armine Harutyunyan: la modella Gucci vittima di body shaming

0
279
Armine Harutyunyan
Dal profilo Instagram di Armine Harutyunyan

Il body shaming – l’infima pratica di deridere una persona per il suo aspetto fisico – non risparmia proprio nessuno. Al centro del caso mediatico, stavolta è una modella di Gucci. Si chiama Armine Harutyunyan ed è stata inserita tra le 100 donne più belle del mondo. Tuttavia, pare non essere un giudizio condiviso. In molti tramite social l’hanno infatti derisa, ritenendola “brutta” e “non adatta alle passerelle”.

Ti consigliamo come approfondimento – Dolce e Gabbana rivoluziona la moda: la svolta curvy del brand di lusso

Armine Harutyunyan e il body shaming

Armine Harutyunyan
Dal profilo Instagram di Armine Harutyunyan

Armine Harutyunyan è una modella di origine armena, originaria di Yerevan. Ha 23 anni ed è stata scelta dalla celebre casa di moda Gucci per le sue sfilate lo scorso settembre. Dopo il debutto in passerella, però, è stata presa di mira dagli utenti del web per il suo aspetto fisico. In molti si sono scagliati contro la giovane sui profili social. La sua “colpa” è quella di non rispecchiare gli attuali canoni estetici.

La modella è stata definita “brutta” e “non adatta alle passerelle” a causa delle sue origini e del suo aspetto poco conforme al prototipo di bellezza proposto e “richiesto” dalla società. Insomma, un vero è proprio caso di body shaming e razzismo, in cui gli utenti non si sono risparmiati.

Ti consiglio come approfondimento – Puma incriminata sui social: il nuovo modello di scarpe simile a Hitler

Abbattere gli stereotipi

Armine Harutyunyan parità assorbenti lavabili festa della donnaAi commenti negativi e agli insulti si sono contrapposti messaggi di incoraggiamento per Armine Harutyunyan. In molti i sostenitori che l’hanno difesa, elogiando la sua bellezza e il suo lavoro. Gucci punta molto sull’abbattimento degli stereotipi, in nome dell’inclusività. Pochi mesi fa, infatti, ha lanciato la sua prima modella con la sindrome di down: Ellie Goldstein.

La speranza è quella di non leggere più in futuro commenti offensivi contro qualcuno che non si conforma al concetto di bellezza “standard”. Occorre quindi accogliere con interesse e serenità ogni forma di bellezza, promuovendola e avendone cura.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here