Arrestato Matteo Messina Denaro: l’ultimo padrino di Cosa Nostra in carcere dopo 30 anni di latitanza

0
550
Arrestata figlia amante Messina Denaro

Arrestato Matteo Messina Denaro a Palermo dopo tre decenni di latitanza. Il suo nome è rimbalzato ovunque dall’estate del 1993. È stato condannato all’ergastolo per decide di omicidi. Lo scorso settembre sono state indagate 70 persone che proteggevano la sua latitanza, mentre alcune di esse sono state arrestate. L’ultimo padrino di Cosa Nostra, quando è stato catturato dei Carabinieri, si trovava all’interno di una struttura sanitaria.

Ti consigliamo come approfondimento – Spara e uccide vicino che voleva distruggergli casa: scarcerato. “Era legittima difesa”

Arrestato Matteo Messina Denaro, nel 1993 scrisse alla fidanzata “Sentirai parlare di me”

Arrestato Matteo Messina Denaro
Foto dalla pagina Facebook ufficiale dell’Arma dei Carabinieri

Arrestato Matteo Messina Denaro, l’ultimo padrino di Cosa Nostra. La notizia è stata diffusa con un post Facebook sulla pagina dell’Arma dei Carabinieri. “Dopo 30 anni di latitanza, catturato dai Carabinieri il boss di Cosa Nostra Matteo Messina Denaro. Si trovava all’interno di una struttura sanitaria dove si era recato per sottoporsi a terapie cliniche“. Così recita la didascalia che accompagna la foto scattata dalle Forze dell’Ordine all’esterno della casa di cura.

Messina Denaro è stato latitante dall’estate del 1993. In quell’occasione, dopo le stragi mafiose di Roma, Milano e Firenze, ha annunciato l’inizio dell’orrore con una lettera scritta alla sua fidanzata dell’epoca.”Sentirai parlare di me. Mi dipingeranno come un diavolo, ma sono tutte falsità”, ha scritto. Da lì, ha compiuto decine di omicidi, tra cui: quello del piccolo Giuseppe Di Matteo, il figlio del pentito strangolato e sciolto nell’acido dopo quasi due anni di prigionia; le stragi del ’92, che hanno visto la morte dei giudici Falcone e Borsellino; le stragi del ’93 a Milano, Firenze e Roma.

Matteo Messina Denaro, da un paio d’anni, era in cura presso la clinica Maddalena di Palermo. Stando alle dichiarazioni anonime di alcuni medici, il latitante ha un tumore in zona addominale. Questa mattina, prima dell’arresto, si è recato presso la struttura per fare un tampone anti-Covid, in attesa di essere ricoverato.

Ti consigliamo come approfondimento – Malasanità, 37enne muore dopo 7 ore di attesa al pronto soccorso: aveva dolori allo stomaco

Arrestato Matteo Messina Denaro, Giorgia Meloni: “Una grande vittoria dello Stato”

Arrestato Matteo Messina DenaroArrestato Matteo Messina Denaro. Sulla faccenda si è espressa anche la premier Giorgia Meloni. “Una grande vittoria dello Stato che dimostra di non arrendersi di fronte alla mafia. All’indomani dell’anniversario dell’arresto di Totò Riina, un altro capo della criminalità organizzata viene assicurato alla giustizia. I miei più vivi ringraziamenti, assieme a quelli di tutto il Governo, vanno alle forze di Polizia, e in particolare al ROS dei Carabinieri; alla Procura nazionale antimafia e alla Procura di Palermo per la cattura dell’esponente più significativo della criminalità mafiosa. La prevenzione e il contrasto della criminalità mafiosa, come attesta il fatto che il primo provvedimento dell’Esecutivo ha riguardato il regime penitenziario duro per i mafiosi, continueranno ad essere una priorità assoluta di questo Governo“. Così ha dichiarato la Presidente del Consiglio dei Ministri.

Sulla faccenda si è espresso anche Ignazio La Russa. “Desidero rivolgere il mio sincero ringraziamento a tutti coloro che hanno contribuito all’arresto di Matteo Messina Denaro, la cui cattura è una notizia bellissima per la nostra Nazione. All’indomani dell’anniversario dell’arresto del Capo dei capi Totò Riina, magistratura e forze dell’ordine hanno inferto oggi un altro colpo durissimo alla criminalità organizzata. Bene così, la lotta alla Mafia non conosca tregua“. Così ha affermato il presidente del Senato, commentando l’arresto di Messina Denaro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

18 − 4 =