Operaio muore in ascensore al Ministero degli Esteri: fatale il volo di 20 metri

0
873
ascensore operaio morto

In ascensore operaio morto al Ministero degli Esteri. Una tragedia sul lavoro quella di stamattina, che ancora non ha ancora trovato spiegazioni sufficientemente esaustive.  Fabio Polotti, 39 anni e papà di due bambini, ha perso la vita nel vano dell’ascensore che stava riparando. Il tutto, durante le operazione di manutenzione di routine. Inutili i soccorsi, che all’arrivo hanno appurato non ci fosse nulla da fare.

Ti consigliamo come approfondimento – Arriva la smentita: Mino Raiola, il “Re del Calciomercato” non è morto!

Ascensore operaio morto al Ministero: cos’è accaduto

operai, ascensore operaio mortoIl giovane che ha perso la vita è stato ritrovato stamattina, verso le 8:30. L’incidente sarebbe avvenuto mentre stava svolgendo il suo lavoro presso l’edificio in Piazzale della Farnesina, sarebbe morto sul colpo. Infatti, sarebbe precipitato all’interno del vano ascensore, facendo un volo di 20 metri. È probabile che la modalità “manutenzione” dell’elevatore si fosse in qualche modo guastata, provocando così il tragico incidente. Il mezzo sarebbe infatti ripartito poco dopo l’entrata in ascensore operaio morto.

Tuttavia, è giallo sull’orario effettivo del decesso: il giovane sarebbe stato avvistato l’ultima volta nel tardo pomeriggio di ieri, mercoledì 27 aprile, verso le 18:30. Il suo turno di lavoro, presso una ditta esterna, sarebbe stato dalle 14:30 alle 22:00. 

Ti consigliamo come approfondimento – Piccolo Parker avvera il suo ultimo desiderio di nuotare con i delfini, poi muore di cancro a 12 anni

Ascensore operaio morto al Ministero: i soccorsi

Operaio 36enne muore, ascensore operaio mortoNon c’è stato nulla da fare all’arrivo dei soccorsi. Gli operatori del 118 e i Vigili del Fuoco, probabilmente giunti sul posto già molte ore dopo l’accaduto, hanno solo potuto constatare il decesso. Successivamente tutta l’area è stata messa in sicurezza, e attualmente si stanno svolgendo tutte le perizie tecniche del caso per chiarire l’accaduto. Ad occuparsi degli accertamenti, i Carabinieri e il pm di turno, che ha già effettuato un sopralluogo per verificare le condizioni dell’ascensore. Intanto, la Procura di Roma ha avviato un’inchiesta con l’ipotesi di omicidio colposo a carico di ignoti. 

La famiglia del giovane è arrivata poco dopo il ritrovamento alla Farnesina. L’operaio era padre di una bambina di dodici anni e di un maschietto più piccolino, di due. I genitori della vittima hanno dichiarato di non aver sentito più il figlio dalla sera precedente.

Ti consigliamo come approfondimento – Tragedia in volo, 59enne colto da un infarto poco prima dell’atterraggio!

Incidenti sul lavoro: parlano i sindacati

decreto, ascensore operaio mortoLa tragedia è avvenuta poco dopo la morte di un altro operaio, deceduto nel pomeriggio di mercoledì. L’uomo, di 62 anni, è precipitato da un’impalcatura dove stava svolgendo i suoi lavori in un condominio in Via Veneto, a Roma.

Così si esprimono i sindacati su questi tragici eventi, avvenuti a distanza di poche ore l’uno dall’altro: “Due incidenti mortali – scrivono in una nota i segretari generali di Cgil Roma e Lazio, Cisl Roma Capitale e Rieti e Uil Lazio Michele Azzola, Carlo Costantini e Alberto Civica –  in meno di ventiquattro ore. Due operai che hanno perso la vita cadendo, ieri da un ponteggio di un cantiere edile, stamattina nella tromba di un ascensore nel corso di un intervento di manutenzione. Ieri, in un palazzo dietro via Veneto. Oggi, nella sede del Ministero degli Esteri alla Farnesina. Stesso copione, stessa città. Una caduta dall’alto e la vita precipita nel buio. Mentre si lavora. A Roma. Per un’emergenza che ormai sembra sfuggita a ogni controllo“.