AstraZeneca, USA blocca 30 milioni di dosi per l’Europa: “Non approvate”

0
294
AstraZeneca blocco USA

AstraZeneca blocco USA: sono ben 30 milioni le dosi le dosi del siero che sono state bloccate prima di arrivare in Europa. Lo stop delle esportazioni è arrivato da Washington e riguarda soprattutto l’Italia. La motivazione risiede nel fatto che i vaccini in partenza non erano stati ancora approvati dalla FDA (Agenzia Statunitense del Farmaco).

Ti consigliamo come approfondimento – Vaxzevria: è questo il nuovo nome del vaccino AstraZeneca

AstraZeneca blocco USA: stop alle esportazioni

AstraZeneca blocco USA
Foto dal sito ufficiale della casa farmaceutica AstraZeneca

AstraZeneca blocco USA – La notizia è arrivata da Washington, ed è stata diffusa da Piero Di Lorenzo, presidente dell’Irbm. Si tratta di una società italiana, nata a Pomezia nel 2009, che si occupa di biotecnologia molecolare, scienza biomedicale e chimica organica. “Gli Stati Uniti hanno bloccato l’export di 30 milioni di dosi del vaccino AstraZeneca, destinate all’Italia e ad altri paesi dell’Unione Europea”. Così ha affermato il dirigente dell’azienda pometina.

Pietro Di Lorenzo ha collaborato, sin dall’inizio, con AstraZeneca per la realizzazione del vaccino anti Covid. Lo stesso presidente ha spiegato che la decisione degli statunitensi è semplicemente “dettata da motivazioni politiche”. “Washington ha deciso lo stop alle esportazioni di sieri non ancora approvati dalla FDA”.

Ti consigliamo come approfondimento – Draghi e la moglie si vaccinano con AstraZeneca all’hub di Roma Termini

AstraZeneca blocco USA: lo stop in Germania

AstraZeneca blocco USAAstraZeneca blocco USA – Negli ultimi giorni, Berlino ha fermato la somministrazione del siero anglo svedese per gli under 60. Nella serata di ieri, anche tutti gli altri laender tedeschi hanno deciso di interrompere la vaccinazione con AstraZeneca per quella fascia d’età.  La decisione è arrivata dai ministri degli stessi Laender. Hanno concordato che il vaccino di AstraZeneca, ovvero il Vaxzevria, non verrà somministrato a chi ha meno di 60 anni. Per gli stessi, potrà essere utilizzato solo “a descrizione del medico e sulla base di un’analisi individuale del rischio”. A fare questo annuncio è stata la Senatrice responsabile della Sanità del Land di Berlino, Dilek Kalayci.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

20 + quattordici =