Astrazeneca, grave errore rifiutarlo! Il 96% degli italiani preferisce Pfitzer

0
539
Astrazeneca Pfizer

AstraZeneca contro Pfizer – Le somministrazione dei vaccini continuano e per adesso sono due i farmaci utilizzati AstraZeneca e Pfizer. È stato affermato che Pfizer ha un efficacia del 94% a fronte del 65%. Questo crea una sorta di “preferenza” di chi fa i vaccini. Milano.corriere.it ha intervistato il direttore delle Malattie infettive del Policlinico di Milano Andrea Gori.

Ti consigliamo come approfondimento – AstraZeneca: vaccino sospeso in Germania, un’ondata di effetti collaterali

AstraZeneca contro Pfizer: “la preferenza sui vaccini non ci farà arrivare all’immunità di gregge”

Astrazeneca contro PfizerLe percentuali di efficacia tra AstraZeneca e Pfizer ha creato una preferenza sui due. In molti sono a chiedere il secondo sul primo. “Molte delle persone candidate a quel vaccino. Si lamentano di essere state dirottate su un vaccino scadente. Si chiedono perché ai medici è stato fatto quello migliore. Che se non lo fanno a così tante categorie qualcosa dietro ci sarà” dice Gori.

La preferenza nasce per la percentuale alta di Pfizer che però non è sinonimo di non funzionamento di AstraZeneca.È un ottimo vaccino che evita la malattia”.

È importante che protegga dallo sviluppo di forme gravi, quindi dalla morte e dal ricovero in ospedale. E in questo senso l’efficacia è al 100 per cento”.

Ti consigliamo come approfondimento – Vaccino Covid, Moderna: “terza dose contro le varianti”

AstraZeneca contro Pfizer: mancano i vaccini e non possiamo avere la preferenza

Astrazeneca contro pfizerIl direttore generale del Welfare, Marco Trivelli, nei giorni scorsi, ha spiegato che non può esserci margine di scelta, in quanto ci sono molti ritardi nella produzione dei vaccini. Infatti Pfizer e Moderna sono vaccini obbligatori per le categorie a rischio, ma già per loro mancano. “AstraZeneca è l’unico che può portarci all’immunità di gregge”.

L’Italia è infatti una delle nazioni con più dosi anglo-svedesi ed è importante puntare su quella per poter arrivare all’immunità di gregge, utile per uscire dalla pandemia.

Ti consigliamo come approfondimento – Napoli, parte al Pascale la sperimentazione del vaccino made in Italy

Stefano Landi, giornalista che ha intervistato Gori, chiede quali siano gli effetti collaterali di AstraZeneca. Il direttore delle Malattie Infettive ha risposto che quest’ultimo ha un livello di tossicità minore rispetto a Pfizer.

Questo è importante soprattutto nella seconda somministrazione. AstraZeneca può essere fatto già a distanza di 12 giorni a differenza di Pfizer e Moderna per i quali la seconda dose è tassativa a 21 giorni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

5 × 3 =