AstraZeneca: morta la 18enne genovese colpita da trombosi post vaccino

0
144
Astrazeneca morta 18enne

AstraZeneca 18enne morta a Genova – Si chiamava Camilla Canepa la 18enne morta in seguito ad una trombosi. Il 25 maggio la ragazza aveva partecipato all’Astraday per gli over 18. Resta da chiarire se ci siano legami tra la morte e la vaccinazione

Ti consigliamo come approfondimento – Anticorpi umani contro il Covid scoperti al CEINGE di Napoli: intervista alla prof.ssa Claudia De Lorenzo

AstraZeneca 18enne morta a Genova

AstraZeneca 18enne mortaCamilla Canapa, 18 enne di Sestri Levante, è morta un’ora fa a causa di una trombosi. Ad annunciarlo la sindaca di Sestri, Valentina Ghio che scrive: “Purtroppo, poche ore fa, Sestri Levante è stata colpita da un lutto che mai avremmo voluto vivere. L’Amministrazione Comunale e tutta la città si stringono intorno alla famiglia della ragazza scomparsa oggi. In questo momento di dolore esprimo tutto il mio affetto e la mia vicinanza ai familiari di Camilla. Abbiamo deciso di annullare tutti gli appuntamenti del Festival Andersen previsti per oggi. Riposa in pace Camilla“.

Camilla aveva aderito alla campagna vaccinale partecipando all’open day tenutosi il 25 maggio nella sua cittadina. Nella notte tra il 5 e il 6 giugno è stata trasportata d’urgenza all’ospedale San Martino di Genova. La ragazza era stata operata per la rimozione del trombo e per ridurre la pressione intracranica. Niente da fare, le cure non sono state sufficienti a salvarle la vita. Dopo la morte della studentessa, la Procura di Genova ha aperto un fascicolo prima per “atti relativi” per poi passarlo, subito dopo la morte, a “omicidio colposo a carico di ignoti“. Sarà disposta tra poche ore l’autopsia.

Ti consigliamo come approfondimento – Verso la libertà collettiva: tutta l’Italia in zona bianca entro fine giugno

AstraZeneca 18enne morta: possibile correlazione con il vaccino

Astrazeneca morta 18enneSecondo le ricostruzioni, Camilla non sarebbe giunta in ospedale solo domenica 6 giugno. Il 3 giugno si era recata in pronto soccorso con cefalea e fotofobia. Sottoposta a tac cerebrale ed esame neurologico, i risultati erano entrambi negativi. Avute le dimissioni la ragazza avrebbe dovuto effettuare gli esami del sangue 15 giorni dopo. Ritornata però nella notte tra il 5 e il 6 giugno, la ragazza presentava deficit motori. Fu sottoposta a Tac cerebrale con esito emorragico. Trasferita immediatamente alla Neurochirurgia del San Martino, ebbe il primo intervento. Il lotto con cui era stata vaccinata Camilla, ABX1506, è stato sospeso in via cautelativa. Insieme a Camilla anche un’altra donna, 34enne, è stata ricoverata per una trombosi. Entrambe si erano vaccinate con lo stesso farmaco.

L’autopsia sulla ragazza verrà quasi sicuramente affidata al medico legale Luca Tatjana e all’ematologo Franco Piovella. Entrambi hanno già eseguito i primi studi sui precedenti casi di decessi dopo la vaccinazione. Il primo è stato quello della docente Francesca Tuscano, 32 anni, e poi di tre anziani, tra i 70 e gli 80, a cui erano stati somministrati Astrazeneca e Pfizer.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

20 − dieci =