Aumenta il prezzo del caffè al bar: potrebbe costare anche 1,50€ al banco

0
1447
Aumento prezzo caffè

Aumento prezzo caffè dal prossimo mese. Oltre alle bollette anche il caffè dal mese di novembre potrebbe subire un aumento dei costi. Infatti, dato che è aumentato il prezzo delle miscele, potrebbe verificarsi un rincaro del caffè quotidiano al bar.

Ti consigliamo come approfondimento-Caffè Espresso Napoletano: arriva la candidatura a Patrimonio dell’Unesco

Aumento prezzo caffè fino a 1,50€

La crisi economica post Covid-19 potrebbe portare all’aumento del caffè al bar. Infatti, dopo le bollette, anche il consueto e quotidiano caffè al bar potrebbe subire un rincaro. L’aumento di prezzo verrà causato probabilmente dalla crescita di oltre il 20% del costo delle miscele di caffè. Questa notizia potrebbe sconvolgere molte persone al sud. Il caffè solitamente nei bar varia da un prezzo di 0,80 centesimi ad un 1,10€, ma ora potrebbe cambiare. Infatti, il rincaro potrebbe portare il costo di un caffè al bar tra 1,30 e 1,50€. I torrefattori devono necessariamente ritoccare il prezzo verso l’alto a causa degli aumenti subito. Ovviamente, questo rincaro si ripercuoterà sulle abitudini quotidiane degli italiani e come detto prima specialmente al sud.

 Ti consigliamo come approfondimento-Napoli, Gambrinus: morto Giovanni Fummo, lo storico barista dei VIP

Aumento prezzo caffè: rincaro in borsa

Il prezzo del caffè nell’ultimo anno ha subito un aumento di circa il 40%. Infatti, nel 2020 il caffè costava 100 centesimi a libbra, oggi circa 1400 centesimi. In merito è intervenuto qualche mese fa il vicedirettore generale di Fipe Confcommercio Luciano Sbraga. Egli disse: “Sul mercato italiano si registra un incremento del 20-25%: la miscela che veniva importata a 6 euro ora viaggia sugli 8 euro. Ma in una tazzina ci sono circa 7 grammi di caffè, e l’incidenza sul prezzo finale è del 20%, cioè 17-18 centesimi su 1 euro”. Inoltre, il rincaro è stato commentato anche dal Nicoletta Trucco del marchio Excelsior Caffè: “I prezzi della filiera sono diventati insostenibili. I baristi, se vogliono servire prodotti di qualità, non potranno far altro che adeguarsi. Il caffè non è più un prodotto low cost”.

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

due × uno =