Aumento separazioni Covid, è boom di divorzi: +60% nel 2020

0
304
divorzi

Aumento separazioni Covid: è allarme. L’emergenza Coronavirus, lockdown e convivenze forzate hanno messo a dura prova le coppie. L’Associazione Nazionale Divorzisti nel 2020 ha registrato un aumento delle separazioni del 60%.

Ti consigliamo come approfondimento – Divorzi tramite app: la tecnologia diventa tomba dell’amore

Aumento separazioni Covid: i dati dell’Associazione Nazionale Divorzisti

Aumento separazioni Covid Secondo l’Associazione Nazionale Divorzisti, nel 2020 c’è stato un boom di richieste di divorzio. Il trend, che attualmente segna un +60% rispetto al 2019, continua a crescere.

Matteo Santini, presidente dell’Associazione avvocati divorzisti, in un’intervista all’ANSA ha dichiarato che questo aumento è dovuto principalmente alla convivenza forzata.

Inoltre, stando ad alcuni dati, la maggior parte delle crisi matrimoniali sono causate da:

  • Infedeltà coniugale, circa il 40% dei casi;
  • Violenza domestica, nel 30% dei casi;
  • Il restante 30%, invece, per altre cause.
Ti consigliamo come approfondimento – Covid Italia Lockdown, Speranza e Ricciardi: “Chiudere tutto per un mese”

Divorzi in aumento: quali sono le cause dell’aumento separazioni Covid

Aumento separazioni Covid Una convivenza forzata e prolungata con il proprio partner può logorare il rapporto. È proprio questo che si è verificato durante questi mesi. Secondo l’avvocato Santini, il lockdown è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso per molte coppie.

Un conto è condividere i weekend e le sere, un conto è condividere l’intera giornata con tutti i problemi relativi all’emergenza sanitaria. Questo comporta un’esplosione emotiva che porta al desiderio di allontanamento e alla richiesta di separazione”. Il non poter lasciare la propria abitazione e gli spostamenti limitati hanno inoltre portato molti a non poter più nascondere una “doppia vita” o amanti.

Ti consigliamo come approfondimento – Femminicidio, la violenza infinita: e se il problema non fosse l’Italia?

Aumento separazioni Covid e non solo: in aumento anche la violenza domestica

Aumento separazioni CovidDel vertiginoso aumento dei divorzi, stando ai dati raccolti dall’Associazione Matrimoni Italiani (AMI), il 30% è dovuto a casi di violenza domestica. I fenomeni di violenza registrati in ambienti familiari, nell’ultimo anno, sono aumentati, infatti, del 70%. Crescono anche i casi di femminicidio, il cui incremento è stato del 20%.

Numeri da brividi, che si differenziano però tra le regioni italiane. Secondo l’AMI e l’AND, le separazioni sono due volte maggiori nelle regioni del Nord Italia. Su 450 separazioni ogni 1000 al Nord, “solo” 200 si verificano al Sud.

Ti consigliamo come approfondimento – Bonus famiglie 2020: tutti gli aiuti per le famiglie a basso reddito

Separazioni: come cambia la famiglia italiana

Bonus famigliaIl divorzio è una realtà sempre più presente nella famiglia italiana. Oggi però, a distanza di anni, la percezione del concetto di separazione è completamente diversa. Con la legge sul divorzio del 1970 si è consentito alle famiglie e soprattutto alle donne, di avere una scelta. Il divorzio, infatti, nella maggior parte dei casi rappresenta libertà.

Tra vari fattori che hanno portato a rivedere questa scelta, segnaliamo:

  • Emancipazione femminile: sia gli uomini che le donne lavorano, hanno pari opportunità nella vita socio-economica del Paese;
  • Mutamento della figura paterna: il padre oggi può occuparsi dei figli e della vita familiare.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

8 + 9 =