Aurora Leone esclusa da Partita del Cuore: “Sei donna non puoi giocare”

0
743
aurora leone cacciata, pecchini querela
Dall'account instagram di Aurora Leone

Aurora Leone cacciata durante la cena d’inaugurazione della Partita del Cuore. Il motivo? Essere donna. Nonostante fosse stata convocata come giocatrice. Il direttore della Nazionale Italiana Cantanti le ha intimato di alzarsi dal tavolo in cui c’erano gli altri giocatori. “Sei donna non puoi stare qui”. 

Ti consigliamo come approfondimento – Tragedia della funivia Stresa-Mottarone: si indaga per omicidio colposo plurimo

Aurora Leone cacciata durante la cena di inaugurazione

italia rivalità calcio coppe italiane, super league calcio, scudetto inter assembramenti, aurora leone cacciata Aurora Leone, autrice e comica dei The Jackal si trovava insieme al suo collega Ciro Priello a Torino. Entrambi dovevano partecipare come giocatori alla Partita del Cuore. Entrambi sono stati infatti convocati tra i Campioni della Ricerca. La squadra si dovrà scontrare domani con la Nazionale Cantanti nella Partita a scopo benefico. Durante la cena d’inaugurazione accadde però l’impensabile. Il direttore Gianluca Pecchini, direttore della Nazionale Cantanti si sarebbe avvicinato ad Aurora durante la cena e le avrebbe detto di cambiare tavolo. Inizialmente la comica napoletana pensava di doversi spostare perché si trovava tra la squadra dei Cantanti ovvero la loro “avversaria”. Insieme a Ciro si sarebbe quindi alzata, ma il direttore avrebbe quindi specificato. “No solo tu. Ti devi alzare perché le donne non possono stare al tavolo delle squadre che giocano.”

Ti consigliamo come approfondimento – Måneskin, il test antidroga dà esito negativo. L’EBU: “Caso chiuso”

Aurora Leone cacciata: la storia denunciata sui social 

aurora leone cacciata
Dall’account instagram di Aurora Leone

Dopo le asserzioni del direttore Pecchini, sia Aurora che Ciro hanno fatto presente che lei era stata convocata come giocatrice. La stessa Aurora, ancora incredula, ha cercato di spiegare l’accaduto su Instagram. “Gli abbiamo fatto presente che non ero un’accompagnatrice, ma giocatrice. Lui mi ha risposto “non farmi spiegare perché non puoi stare seduta qui. Tu non puoi e basta.” Sia Ciro e Aurora sono stati quindi cacciati dalla cena e dall’hotel stesso. “Non ci hanno neanche permesso di rientrare. Per poter riprendere le valige e fare il check-in.” Nonostante l’amarezza Aurora sottolinea come l’accaduto non debba far discostare dalla buona causa. “Il presidente della Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro si è già dissociato. Non voglio che la causa giusta venga messa in cattiva luce.”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

uno × 2 =