Fuga dalla Russia, le aziende abbandonano Mosca: ecco quali sono

0
242
aziende abbandonano russia

Aziende abbandonano Russia: l’invasione dell’Ucraina da parte della Russia sta sconvolgendo il mondo intero. Per la Russia aumentano le sanzioni da parte dell’Unione Europea e dai paesi della Nato, come per esempio, l’esclusione dal sistema Swift. Ma non è finita qui, perché a seguito dell’invasione dell’ucraina molte aziende internazionali hanno deciso di interrompere il proprio business nel Paese di Putin. Da aziende del settore energetico a quello automobilistico, quello a cui stiamo assistendo in questi giorni è un vero e proprio esodo di massa delle aziende internazionali. A non vendere più prodotti, interrompere le collaborazioni e a non offrire più i loro servizi alla Russia tantissime aziende. Vediamo quali sono.

Ti consigliamo questo approfondimento – Ucraina, bimbi appena nati già orfani. Anna Safroncik: “Adottateli, vi prego”

Aziende abbandonano Russia: quali sono?

Ucraina Russia, aziende abbandonano russiaMolte aziende quindi stanno abbandonando la Russia, interrompendo le spedizioni o sospendendo il proprio business. L’invasione dell’Ucraina infatti è un atto intollerabile e talmente destabilizzante da risultare dannoso, per le aziende, restare sul mercato. Si tratta di società operanti nel settore dell’energia, dei trasporti, delle auto, fino alle aziende di servizi di beni di consumo. La prima ad aver lasciato il mercato russo è stata la Bp (British Petroleum) azienda petrolifera britannica. A seguirla Shell ed Equinetor. La prima ha comunicato la fine della partnership con Gazprom, gigante del gas russo controllata dallo stato. Eni invece che aveva una partecipazione congiunta e paritaria con Gazprom nel gasdotto Blue Stream cede, a quest’ultima, la propria quota. Mentre Exxon lascia il suo ultimo progetto di petrolio e gas rimasto in Russia.

Ti consigliamo questo approfondimento – Salvini annuncia: “Sto valutando di andare in Ucraina in missione di pace”

Aziende abbandonano Russia: un vero esodo di massa

taglia putin, aziende abbandonano russiaC’è chi abbandona e chi invece decide di fermare gli investimenti. Un vero e proprio esodo di massa che, come dicevamo riguarda aziende di diversi settori. Ad abbandonare il mercato russo anche aziende operanti nel settore automobilistico e dei motori come:

  • Audi
  • BMW
  • Chevrolet
  • Cadillac
  • Ford
  • General Motors
  • Harley Davidson
  • Jaguar
  • Mercedes
  • Mitsubishi
  • Porsche
  • Renault
  • Toyota
  • Volvo
  • Wolkswagen

Maersk, il gigante danese delle spedizioni marittime e il gruppo MSC fermano temporaneamente tutte le spedizioni di container da e per la Russia. Boeing, Airbus, Lufthansa sospendono invece la manutenzione e il supporto tecnico per le compagnie aeree russe e bloccano i servizi per clienti dalla Russia. L’ultimo a lasciare il Paese il colosso Ikea che ha annunciato la chiusura dei 17 negozi in Russia. Sospesi invece gli approvvigionamenti in Bielorussia.

Ti consigliamo questo approfondimento – Dall’Ucraina a Napoli, i primi profughi ospitati nel Covid residence: “Abbiamo visto l’inferno”

Aziende abbandonano Russia: le altre aziende che lasciano il Paese

aziende abbandonano russiaCon una guerra in atto e con l’aumento delle sanzioni il numero di aziende che lasciano la Russia è sempre più in aumento. A non vendere più prodotti, interrompere le collaborazioni e a non offrire più i loro servizi alla Russia altri come:

  • Apple Pay
  • Apple
  • Adidas
  • AMD
  • Amazon
  • Adobe
  • BBC
  • Bolt
  • Boeing
  • Cannes Festival
  • Carlsberg
  • Cex Io
  • Cinema 4D
  • Coca Cola
  • Danone
  • Disney
  • Dell
  • Dropbox
  • DHL
  • Eurovision
  • Ericsson
  • Etsy
  • Facebook
  • FedEx
  • Formula 1
  • FIFA
  • Google Pay
  • Google Maps
  • HP
  • Instagram
  • Intel
  • Jooble
  • KUNA
  • Lenovo
  • LinkedIn
  • MOK
  • Mastercard
  • Maersk
  • Megogo
  • Metro
  • Microsoft Office
  • Mobile World Congress
  • NFT
  • NHL
  • Netflix
  • Nike
  • Nintendo
  • Nestle
  • OnlyFans
  • Paysera
  • PayPal
  • Paramount
  • Parimatch
  • Play Station
  • Pornhub
  • Samsung pay
  • Snapchat
  • Scania
  • SpaceX
  • Spotify
  • Sony
  • Twitter
  • TikTok
  • UEFA
  • UPS
  • Universal pictures
  • Visa
  • Yandex
  • YouTube
  • Warner Bros
  • Webmoney
  • Zoom

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

quattro + 18 =