Bakayoko perquisito a Milano come se fosse un criminale. La reazione del poliziotto quando capisce chi è

0
214
Bakayoko perquisito polizia

Bakayoko perquisito polizia. Il video della perquisizione al giocatore del Milan diventa virale sui social. In particolare la reazione del poliziotto quando si accorge chi sta perquisendo. Il video sta facendo discutere per il modo in cui il giocatore sia stato trattato come un criminale. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Suora ai Quartieri Spagnoli interrompe bacio tra due ragazze: “È il diavolo”

Bakayoko perquisito polizia: il video della reazione del poliziotto

Bakayoko perquisito polizia, Roma assalto portavalori, salerno carri armati, Napoli incidente camion, campania esplosione commissariato,Tragedia funivia Stresa, Concorso Polizia Municipale Bacoli, Veggente tedesco Madeleine McCann, Napoli bambino caduto, Verona mamma uccide figlie, Catania donna nuda, milano violenze capodanno, incidente brescia,Nei pochi secondi di video si vede il giocatore del Milan schiacciato contro la macchina della polizia. L’agente con una mano gli tiene ferma la testa ben schiacciata contro il tettuccio dell’auto e con l’altra gli controlla le tasche. Dopo alcuni secondi un altro agente si avvicina al collega facendogli forse notare di chi sta perquisendo. La reazione dell’agente cambia radicalmente. Il poliziotta molla la presa e con fari molto più gentili accompagna il giocatore alla sua auto. Bakayoko è un giocatore francese di origini ivoriane, in prestito dal Chelsea al Milan. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Giffoni, sulla polemica Orsini parla il direttore: “Si è liberi di parlare senza filtri”

Bakayoko perquisito Milan: i controlli dopo una sparatoria 

Bakayoko perquisito polizia, rapinatori rolex, strage ardeaIl video risale a domenica 3 luglio. In quella giornata nella zona vicino al fermo c’era stata una sparatoria. È presumibile che la perquisizione facesse parte delle indagini. Nel video si vede che durante la perquisizione del calciatore, un altro agente puntava una pistola contro la macchina di Bakayoko. A quanto si apprende nell’auto c’era un’altra persona. L’errore ha fatto irritare non poco il web. In molti hanno affermato che il malinteso sia avvenuto solo per motivi razzisti e che il calciatore sia stata scambiato per un possibile criminale solo perché è di colore. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Alieno in metro a Milano tra passeggeri stupiti, il video diventa virale. Svelato il mistero

Bakayoko perquisito Milano: la reazione del web 

Bakayoko perquisito polizia, studente didattica a distanza computer pc donna ragazza lavoro concorso coprifuoco lazio“Lo fermano perché nero, si scusano perché ricco. Questa è profilazione razziale, condita dall’inaccettabile impreparazione dell’agente che punta un’arma ad altezza uomo. Succede in centro a Milano, non in Texas, e ne stiamo parlando solo perché dall’altra parte c’era Bakayoko”. Secondo molti utenti i riflettori sulla vicenda si sono accessi solo per la notorietà del calciatore, ma in realtà eventi del genere di base razzista avvengono purtroppo quotidianamente. “Sta cosa che un privato cittadino di colore che sfoggia un macchinone può essere perquisito con le pistole puntate fino a quando non si accorgono che è un calciatore multimilionario è inquietante”. 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

10 + 3 =