L’imprenditore Alberto Balocco è stato ucciso da un fulmine durante un’escursione

0
1342
Balocco Fulmine
Dal Profilo Twitter di Alberto Balocco

Balocco Fulmine: il noto imprenditore italiano dell’azienda dolciaria è morto in Val di Susa probabilmente colpito da un fulmine. L’imprenditore era in mountain bike con un amico quando un fulmine li ha colpiti e uccisi. Tre escursionisti sono, invece, stati colpiti da un fulmine sul Gran Sasso e sono in gravissime condizioni.

Ti consigliamo come approfondimento-Napoli, ex fidanzato minaccia di ucciderla con una motosega. Arrestato

Balocco Fulmine: l’imprenditore colpito da un fulmine

Secondo le ultime indiscrezioni la morte prematura dell’imprenditore Alberto Balocco sarebbe stata causata da un fulmine. Infatti, il titolare dell’azienda dolciaria italiana era in compagnia di un amico per un escursione in Val di Susa. I due sembrerebbe siano stati colpiti da un fulmine. L’allarme è scattato intorno alle ore 14:00, quando un automobilista di passaggio ha individuato i corpi dei due ciclisti esanimi a terra. Sulla vicenda è stato emesso un comunicato del Soccorso Alpino e Speleologico Piemontese. Nella nota si legge: “Sul posto è stato inviato il Servizio regionale di Elisoccorso. Sono state allertate le squadre a terra del Soccorso Alpino e i Carabinieri. In considerazione delle condizioni meteorologiche in zona e delle prime indicazioni del personale sanitario, si può supporre che l’incidente sia avvenuto a causa di un fulmine.” Le salme resteranno a disposizione dell’autorità giudiziaria per gli eventuali esami autoptici.

Ti consigliamo come approfondimento-Violenza brutale, uomo massacrato a bastonate perché ha difenso l’amica da uno stalker!

Balocco Fulmine: messaggi di cordoglio alla famiglia

sorelle pisanu madre, sorelle uccise treno, Giugliano incidente, 12enne muore vacanza, incidente Porto Marghera, Sharm el Sheikh bimba morta, 13enne muore, brucia fratello, 12enne malore, salerno 13enne muore, Paolo Calissano muore, 14enne muore, libero de Rienzo, 15enne morto SoccavoLa morte di Alberto Balocco arriva a poco più di un mese di distanza dal decesso del padre Aldo. A seguito della morte del padre l’azienda era passata ai figli Alberto e Alessandra. Il sindaco di Fossano ha espresso il proprio Cordoglio per la tragedia. Il primo cittadino ha detto: “Apprendo della scomparsa di Alberto Balocco in un tragico incidente. Una notizia che ci lascia senza parole. Un grande dolore per la comunità fossanese. Una preghiera per lui ed un abbraccio alla famiglia”. Sulla vicenda è intervenuto anche il presidente della regione Piemonte, Alberto Cirio. Il Governatore ha detto: “Siamo sconvolti da questa tragedia improvvisa che colpisce un amico, un imprenditore simbolo della nostra terra, che ha portato il Piemonte nelle case di tutto il mondo. Ci stringiamo in un fortissimo abbraccio alla famiglia di Alberto Balocco e a tutti i suoi cari”.

Ti consigliamo come approfondimento-Uomo di 85 anni cerca di comprare bimba di 8 anni per 100 mila euro

Balocco Fulmine: altra tragedia sul Gran Sasso

Oltre alla scomparsa prematura dell’industriale e del suo amico è avvenuta un’altra tragedia sul Gran Sasso. Tre ragazzi sono stati colpiti da un fulmine mentre si trovavano impegnati in un’escursione a Campo Imperatore. Sul posto sono intervenuti gli operatori del 118 e del Soccorso alpino e speleologico dell’Abruzzo. I giovani sono stati soccorsi  e sono tutti in condizioni gravi. I soccorsi stanno attualmente trasportando in elicottero i feriti all’ospedale San Salvatore dell’Aquila. Molto difficili le operazioni di salvataggio, rese ancor più ardue dalle condizioni climatiche non favorevoli. Ci sarebbe un nubifragio in corso. Le informazioni sono ancora frammentarie, ma pare che uno dei ragazzi si trovi in condizioni veramente critiche. Preoccupa a dir poco questa serie di incidenti collegati a fulmini. Secondo centro Meteo, negli ultimi anni questo genere di episodi si sta riducendo, ma occorre comunque fare molta attenzione.

Ti consigliamo come approfondimento-Tragedia a Marmolada, crolla il ghiacciaio: il racconto di una testimone

L’attenzione deve essere maggiore dato che si tratta della seconda causa per eventi atmosferici dopo le piene improvvise e le alluvioni. Lavorare o giocare in aree aperte, navigare, pescare o nuotare, lavorare con attrezzi agricoli, parlare al telefono, utilizzare apparecchiature elettriche. Il rischio è sempre elevato. Anche se si è al sicuro nelle proprie case è opportuno rispettare delle semplici norme di sicurezza, come spegnere il televisore, staccare le spine dalle prese di corrente, non usare phon o ferri da stiro, evitare di fare la doccia e limitare l’apertura di rubinetti.