Bambina rapita dalla babysitter ritrova i genitori dopo 51 anni grazie ad una segnalazione anonima

0
60
bambina rapita babysitter
Fonte: Facebook

Bambina rapita babysitter ritrova i genitori naturali dopo quasi 50 anni dalla separazione forzata. La scoperta grazie ad una chiamata anonima viene raccontata sui social. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Frana Casamicciola, cane salvato dopo 72 ore bloccato in macchina: “Gli manca il suo padrone”

Bambina rapita babysitter: il caso avvenuto 50 anni fa 

bambina rapita babysitter, bambino ingoia spillo, matrimonio rimborso, padre brucia figlio, avellino abuso minorenne, diana sedativi , 19enne violenta vicina, neonato ustionato padre, tomba alfreidno svastiche, Avellino aggressione moglie, napoli hashish figlio carcere, clienti molestia cameriera, bambino morto Kiev, sposa suicidio, napoli 12enne suicidio, Salerno 13enne muore, Benevento bimbo morto, incinta suicida, violenza napoli moglie, cane salva neonato, figlia abusi padre,La storia del rapimento risale al 1971 nel sud della Carolina, a perdere la figlia è stata Alta Apantenco madre single. La donna aveva messo un annuncio sul giornale spiegando che le servisse una babysitter per la figlia. A rispondere all’annuncio una donna che si è presentata a casa della donna mentre lei stava lavorando. A rispondere alla porta la coinquilina della donna che consegnò la bambina alla sconosciuta che si allontanò con la piccola. Da allora la madre naturale non ha più avuto notizie della figlia. Le indagini iniziarono quasi immediatamente, ma negli anni nessun indizio riuscì a ricongiungere madre e figlia. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Auto si schianta contro albero, muore 26enne alla guida: è mistero sulla laurea annunciata ma inesistente

Bambina rapita babysitter: l’appello della sorellastra ad anni di distanza 

bambina rapita babysitter, Lecce bambina molestata, latina bambina abusata, avellino abuso minorenne, omicidio Samarate, Avellino ragazza incatenata, uccide amico, 13enne muore, 18enne stuprata padre, Volla nipote, 18enne violentataA distanza di molti anni, la madre della bambina si è risposata e ha avuto altri figli. Crescendo una delle figlie ha deciso di aprire una pagina Facebook per cercare anche a distanza di anni la sorella mai conosciuta. La foto della piccola avrebbe fatto scattare qualcosa in una persona ignota. Una chiamata anonima infatti ha rivelato la nuova identità della bambina scomparsa e la sua ubicazione attuale. L’ormai donna si trovava a 2mila kilometri dalla sua casa d’infanzia, contattata si è diretta dalla madre naturale per effettuare un test del dna che ha rivelato la verità. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Sciopero benzinai e aree di servizio sulle autostrade per 72 ore dal 13 al 16 dicembre

Bambina rapita babysitter: il post su Facebook 

google down, bambina rapita babysitter A raccontare la storia sui social le sorellastre della bambina rapita. “La nostra famiglia ha sofferto perché questo caso è stato gestito male. n questo momento, vogliamo solo conoscere Melissa, darle il benvenuto in famiglia e recuperare 50 anni di tempo perduto. Mia madre ha fatto del suo meglio con le risorse limitate che aveva: non poteva rischiare di essere licenziata, quindi si è fidata della persona che ha detto che si sarebbe presa cura di sua figlia. Non mollate mai. Seguite ogni pista”. Il ricongiungimento è avvenuto dopo 50 anni nella casa di famiglia. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

dodici + 3 =