Bimbo di 18 mesi ricoverato per overdose: genitori dicono di non sapere

0
266
bambino overdose

Bambino overdose: ha soli 18 mesi ed è ricoverato presso l’Ospedale ‘Giovanni Di Cristina’, a Palermo. È giunto presso il pronto soccorso della struttura sanitaria ieri sera, mercoledì 9 febbraio. I medici hanno confermato subito la diagnosi per il piccolo: consumo da cannabinoidi. Non è il primo caso di ricovero di piccolissimi caduti in overdose. A fine gennaio la stessa struttura ha trattato una bambina di un anno e mezzo affetta dal medesimo problema.

Ti consigliamo come approfondimento – Calciatore in Premier League prende a calci un gatto: il video scandalo!

Palermo, bambino overdose da cannabinoidi

pedopornografia chat whatsappIl pronto soccorso dell’Ospedale dei Bambini ‘Giovanni Di Cristina’ del capoluogo siciliano ha accolto nella serata di ieri un paziente di soli 18 mesi. I medici della struttura ospedaliera hanno immediatamente riconosciuto i sintomi e applicato le giuste terapie cliniche. Il piccolo è in overdose da droga, precisamente cannabinoidi. Ora sta meglio, ma si trova ancora in ospedale perché risultato positivo al test Covid-19. Sono stati proprio i dottori ad allertare le Forze dell’Ordine. Gli uomini della squadra mobile della Polizia di Stato di Palermo, coordinata dalla procura per i minorenni, si sta occupando del caso. Sono stati interrogati i genitori del bambino, i quali hanno affermato di non sapere nulla in merito alla questione. Ipotizzano che il piccolo abbia rivenuto la sostanza e l’abbia ingerita. Le indagini e ulteriori accertamenti familiari, naturalmente, continueranno.

Ti consigliamo come approfondimento – Molestie a scuola, preside sapeva ma non denunciava: occupato il liceo

Cannabinoidi: che cosa sono e quali danni infliggono

lega indagato drogaI cannabinoidi sono sostanze psicoattive ottenute dalle infiorescenze della pianta di cannabis, nome più comune per definirli. Dai cannabinoidi derivano altre sostanze stupefacenti in circolo come droghe illegali, come hashish e marijuana. La loro pericolosità è alta, seppur non mortale. Può provocare sterilità e crescita di seno nell’uomo, oltre a difficoltà nel sistema respiratorio e danni cromosomici. Come ogni droga provoca dipendenza, che aggredisce la salute psichica di chi ne fa uso. Da un cambio repentino di personalità si può passare all’auto-negazione o addirittura alla perdita del contatto con la realtà.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

4 × due =