Bambino di 10 anni spara alla madre: lei non voleva comprargli un gioco su Amazon

0
71
bambino spara madre
La foto della vittima (fonte: People.com)

Bambino spara madre – Un bambino di appena 10 anni è accusato di aver sparato alla madre e averla uccisa solo perché lei si era rifiutata di comprargli un gioco su Amazon. La tragedia è avvenuta a Milwaukee, nel Wisconsin, nella parte centrale degli Stati Uniti d’America. La vicenda ha colpito tutta la città. Ma andiamo a vedere cosa è successo.

Ti suggeriamo come approfondimento – Ragazzino sbranato da coccodrillo: tragedia in Costarica

Bambino spara madre: le prime ricostruzioni

pensioni quota mamma,Bambino spara madre – A raccontare la vicenda è il sito della rivista americana People. Secondo le prime ricostruzioni della polizia, tutto sarebbe partito da un costoso visore per la realtà virtuale, presente su Amazon. Il figlio di Quiana Mann glielo avrebbe chiesto in maniera insistente, ma quando la madre glielo ha negato, il ragazzino di appena 10 anni avrebbe preso la pistola e le avrebbe sparato, uccidendola.

Dopo l’omicidio, il ragazzino ha prima nascosto la pistola e poi avvisato la sorella più grande che la loro madre era morta. Da qui la sorella ha chiamato senza perdere ulteriore tempo i servizi sanitari.

Ti suggeriamo come approfondimento – Auto si schianta nella notte. Morti 4 ragazzi che tornavano da una festa

Bambino spara madre: i clamorosi risvolti

bambino spara madreLe indagini hanno poi fatto delle scoperte clamorose. La pistola di Quiana Mann era chiusa a chiave in cassaforte, ma il bambino avrebbe rubato le chiavi alla madre e poi avrebbe preso l’arma apparentemente solo per spaventarla. L’episodio sarebbe avvenuto di mattina, il bambino lamentava di essere stato svegliato troppo presto.

Fatto sta che, secondo quanto emerge dalla continuazione delle indagini, il bambino avrebbe poi comunque comprato su Amazon il visore agognato, accedendo attraverso il profilo della madre defunta.

Bambino spara madre: forse c’erano già i sintomi

coronavirus bonus mammaIl bambino era rimasto a casa perché avrebbe detto agli agenti di aver sparato accidentalmente alla madre. In realtà avrebbe poi confidato a una zia di aver proprio puntato l’arma contro Quiana Mann. A quanto dicono i parenti, il ragazzino fin dalla nascita soffre di attacchi di rabbia. Quando aveva solo quattro anni aveva maltrattato il suo cane fino a farlo guaire di dolore. Probabilmente ha anche tentato di appiccare un incendio alla casa con un palloncino pieno di liquido infiammabile. “Ha sempre detto che sente delle voci”, ha detto a The Daily Beast la nonna del bambino, Lueritha Mann.

Adesso la palla passa alla giustizia. Per la legge del Wisconsin, il ragazzino sarà processato come un adulto e rischia fino a 60 anni di carcere.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

9 + sedici =