Belve, scoppia il ‘caso La Russa’: “Un figlio gay? Accetterei con dispiacere”. Insorgono le opposizioni

0
788
Belve caso La Russa

Belve caso La Russa: il programma di Francesca Fagnani, che debutterà questa sera 21 febbraio alle 21.20 su Rai 2, sta già facendo discutere prima della sua messa in onda. A finire nel mirino, infatti, sono state le parole del Presidente del Senato, Ignazio La Russa che avrebbe pronunciato in merito all’ipotesi di “un figlio gay”. Tali affermazioni da parte della seconda carica dello Stato hanno fatto scoppiare un piccolo «caso politico»; si segnalano reazioni tra le fila di Italia Viva e Partito Democratico.

Ti consigliamo questo approfondimento – La Russa propone la leva volontaria per i giovani: “Così impareranno l’amore per la patria”

Belve caso La Russa: ecco quello che ha detto il presidente del Senato La Russa

Belve caso La RussaOspiti della prima serata di “Belve” saranno Anna Oxa, Wanda Nara, Naike Rivelli e il presidente del Senato Ignazio La Russa. Ed è proprio la seconda carica dello Stato che in queste ore è entrato nell’occhio del ciclone. Ma cosa ha detto La Russa?

Nel corso dell’intervista, come si legge su Rai News, il presidente del Senato ha toccato diversi punti; il passaggio incriminato è quello sull’ipotesi di “un figlio gay”. La Russa avrebbe detto: “Un figlio gay? Accetterei con dispiacere la notizia, perché sarebbe un figlio che non mi somiglierebbe, sarebbe come se fosse milanista. È un paragone preciso, quello che faccio”. E ancora:
Il livello estetico delle donne del centrodestra è diminuito. È aumentato il livello di qualità. A sinistra non guardo.

Ti consigliamo questo approfondimento – Angela Celentano, test DNA sulla modella venezuelana: “Certezza totale al 100%”. Ecco i risultati

Belve caso La Russa: le reazioni delle opposizioni

Crisi governo conte RenziQueste anticipazioni, come si diceva, sono state sufficienti per far scoppiare un piccolo caso politico. Infatti, diversi sono i parlamentari che hanno commentato le esternazioni del presidente del Senato, a partire dalla senatrice Silvia Fregolent (Azione-Italia Viva):
Il presidente La Russa dimentica il suo ruolo di seconda carica dello Stato e riesce nella miracolosa impresa di esprimersi in modo inadeguato su donne e omosessuali nella stessa intervista”.

Reazioni arrivano anche dai candidati alla segreteria del Partito Democratico.
L’unica sciagura per le famiglie italiane è avere la seconda carica dello Stato che fa dichiarazioni omofobe, sessiste, e nostalgiche dimostrando la totale inadeguatezza al ruolo istituzionale che ricopre” scrive la Schlein. Sempre su Twitter interviene Stefano Bonaccini: “Le affermazioni del Presidente del Senato sono gravi. E del tutto inadeguate al ruolo che ricopre. Ogni rappresentate delle istituzioni dovrebbe servire lo Stato con disciplina e onore. La Russa invece fa l’opposto”.

Ti consigliamo questo approfondimento – Firenze, aggressione studente: silenzio del Governo, le opposizioni insorgono

La Russa si difende: “Non avete capito il contesto”

Dalla Pagina Facebook del neo presidente del Senato, Ignazio La Russa

Alla luce delle diverse critiche che ha sortito l’anteprima della sua intervista, il presidente del Senato La Russa si difende:
Leggo di tante critiche che vengono da chi non ha neanche visto il programma, visto che va in onda stasera, senza capire il contesto. A una domanda specifica ho risposto che avere un figlio gay sarebbe un piccolo dispiacere, ma non un problema. Poi mi è capitato sul serio: uno dei miei figli andava allo stadio a vedere il Milan, e per me è stato un piccolo dispiacere, nulla di più”.