Biblioteca solidale: a Pratola Ponte nasce la lettura su “rotaie”

0
376
Biblioteca solidale

POMIGLIANO D’ARCO – Domenica 10 Novembre alle ore 10:00 è stata inaugurata la biblioteca solidale presso la stazione di Pratola Ponte. La fermata del tratto “Napoli-Nola-Baiano” sta cambiando attraverso una riqualificazione strutturale e organizzativa che l’ha portata a essere un luogo di aggregazione.

Ti consigliamo come approfondimento – Franchising italiano, un libro in cui vince il lavoro di squadra

La rinascita di Pratola Ponte

Biblioteca solidaleAll’inaugurazione della biblioteca solidale erano presenti e sono intervenuti:

  • L’avvocato Mauro Panico;
  • Francesco Ramaglia, referente della città di Pomigliano D’Arco di “Fridays for Future”;
  • L’ingegnere Pasquale Sposito, direttore EAV;
  • Dott. Mattia De Cicco, assessore per le Politiche Sociali e Lavoro;
  • Dott.ssa Franca Trotta, assessore all’Istruzione, Cultura e Politiche Giovanili;
  • Dott. Salvatore Livorno, autore del libro “Quanta bella monnezza”.

L’inaugurazione punta alla valorizzazione di Pratola Ponte. L’iniziativa riqualifica una stazione risorta, dove oggi gli utenti possono usufruire anche di tennistavolo, basket, calcio balilla e flipper.

Ti consigliamo come approfondimento – Lucia Novelli in mostra: alla libreria Bibì&Cocò la fiaba diventa opera d’arte

La biblioteca voluta dai giovani e sostenuta dalle istituzioni

Biblioteca solidaleSi tratta di una biblioteca accessibile a tutti, dove chiunque può prendere in prestito un libro, leggerlo e riportarlo alla stazione. L’evento ha anche finalità sociali. La fermata di Pratola Ponte è situata nella zona periferica di Pomigliano d’Arco e in passato ha subito molteplici atti vandalici.

L’idea è dei ragazzi di “Fridays for Future” che, grazie al sostegno dell’avvocato Mauro Panico e delle istituzioni, hanno reso possibile tutto ciò. La biblioteca è fruibile attraverso il pagamento di una piccola cauzione puramente simbolica (€5) che permette di usufruire di un’ampia scelta di libri. Inoltre la stazione offre la possibilità di girare la città con una bicicletta condivisibile.

Ti consigliamo come approfondimento – HiBed: nasce il letto intelligente per gli amanti delle Serie Tv

Doppia intervista: l’avvocato Mauro Panico e il referente pomiglianese di “Fridays for Future” Francesco Ramaglia

Biblioteca solidaleAvvocato Panico, qual è l’importanza sociale e aggregativa di inaugurare una biblioteca solidale all’interno della stazione Pratola Ponte?

“L’iniziativa ha una duplice finalità: la prima è rendere questo posto sempre più vivo e frequentato, in modo che diventi un punto di riferimento socio-culturale; la seconda è dare la possibilità di leggere a tutti, anche a chi non può, per ragioni socioeconomiche o altro. Inoltre si può dare nuova vita ai libri, non portandoli al macero. Questa è una delle tante iniziative che abbiamo pensato per questa stazione, insieme anche ai ragazzi, fondamentali per l’elaborazione dell’idea”.

Francesco Ramaglia, come nasce da parte vostra l’idea di una biblioteca solidale?

“L’idea nasce per dare un punto nuovo di aggregazione sociale alla città di Pomigliano d’Arco. Nonostante ci sia la biblioteca comunale, leggere non è mai abbastanza. Il progetto è nato dallo scambio di opinioni che abbiamo avuto. I ragazzi di Fridays for Future hanno quindi lavorato per dare alla collettività una stazione culturale“. 

Quali sono le attività che svolgono nello specifico i ragazzi di “Fridays for Future”?

“Da tradizione noi ci incontriamo ogni venerdì. Ci occupiamo di tutto ciò che può contrastare l’inquinamento ambientale. Diamo spazio anche a un nuovo genere di iniziative e idee che attestano la presenza e la mission del movimento. Sforniamo tutto ciò nella fucina delle idee che nascono nei nostri venerdì. Non ci preoccupiamo di organizzare bene una manifestazione, per dar voce in maniera ottimale agli ideali. Ad esempio, siamo scesi in piazza per contrastare il problema dell’edilizia scolastica.”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here