Blitz Parco Monaco Melito: 8 arresti per droga clan Amato Pagano

0
484
Napoli latitante arrestato, agguato ponticelli; napoli carabinieri arrestati, Daniele Carlomosti,

Blitz antidroga Melito porta ad 8 arresti nel Parco Monaco. Le otto persone reggevano una piazza di spaccio per conto degli “scissionisti”. Sarebbero riconducibili al clan Amato Pagano. Quattro degli otto uomini sono stati condotti in carcere, per il resto della banda richiesti gli arresti domiciliari.

Ti consigliamo come approfondimento- Nuovo blitz Caivano. Meloni: “Non mi faccio intimidire dalle stese”

Blitz antidroga Melito: piazza di spaccio sgominata dai carabinieri

Arrestato Matteo Messina Denaro, Blitz antidroga Melito
Foto dalla pagina Facebook ufficiale dell’Arma dei Carabinieri

I carabinieri questa notte hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare del gip di Napoli per associazione a delinquere, finalizzata al traffico di stupefacenti nel Parco Monaco di Melito di Napoli. Otto persone, ritenute appartenenti al clan Amato Pagano sono state arrestate. Secondo le indagini coordinate dalla DDA gli uomini avrebbero gestito una piazza di spaccio per conto degli “scissionisti” di Secondigliano. Secondo le informazioni in possesso il gruppo degli “scissionisti” sarebbe il clan egemone del comune in provincia di Napoli. Per quattro uomini disposto il carcere, gli altri quattro sono stati sottoposti agli arresti domiciliari. Si attendono novità.

Ti consigliamo come approfondimento- Blitz antimafia alle prime luci dell’alba tra Lazio e Calabria, coinvolti oltre mille agenti

Gli uomini finiti in manette

, napoli tabaccaio arrestato, laura ziliani figlie arrestate, Bari reddito cittadinanza, assalto cgil arrestato franzoni, Blitz antidroga MelitoBlitz antidroga Melito. Come detto in manette sono finite otto persone ma chi sono e che ruolo avevano nell’organizzazione della piazza di spaccio? Carmine della Goggia detto “Ciccio” è stato ritenuto il capo della piazza di spaccio. Giovanni Bottiglieri al secolo “Bucatin” ed Antonio Esposito erano gli addetti al confezionamento delle sostanze. Salvatore Taglialatela per gli inquirenti era colui che trasportava la droga. La vendita al dettaglio era gestita da Umberto Marucci, Domenico di Marino e Giuseppe Termano. Infine il custode degli stupefacenti è stato individuato Giuseppe Termano.

Ti consigliamo come approfondimento- Napoli, mega blitz contro i lavoro in nero: decine di attività sotto sequestro e multe fino a 94.000 €

I dettagli dell’indagine

trans arresto droga, strage funivia eitan, Blitz antidroga MelitoOltre a scoprire che la piazza di spaccio veniva gestita per conto degli scissionisti, anche grazie alle intercettazioni telefoniche, gli inquirenti hanno ricostruito che la vendita al dettaglio di stupefacenti quali cocaina, hashish e marijuana sarebbe andata avanti in maniera strutturata e continuativa dal 2018 tra i palazzi del Parco Monaco, complesso residenziale sito in Melito di Napoli.