BME Pain Olympics, prima del “Porta Potty”: la moda di tagliarsi il p**e

0
1360
BME Pain Olympics, Tendenze pericolose TikTok 2022

BME Pain Olympics, se vi state chiedendo di cosa si tratta, siete nel posto giusto. Una moda assurda, una tendenza senza senso, un po’ come quella del Porta Potty. Se da un lato farsi ca**re in bocca ha un riscontro economico, con il BME Pain Olympics si vince solo la “gloria”. Ma cos’è? Di cosa si tratta? Vi accenniamo solo che testa la sopportazione del dolore, al limite dell’inverosimile, nelle parti più intime dell’uomo. Tutto è iniziato in Canada, come per gioco, tuttavia il mondo online ha dato una svolta inaspettata a questo fenomeno.

Ti consigliamo come approfondimento – “Porta Potty Dubai”: influencer si fanno ca**re in bocca per soldi

BME Pain Olympics: di che cosa si tratta?

BME pain olympics,Si chiama precisamente “BME Pain Olympics” e potrebbe essere definita come “l’olimpiade de dolore”. Vince chi soffre di più patendo di meno, almeno all’apparenza. Consiste nella “Body Modification Ezine”, da qui “BME”. Manifestazioni di violenza pure concernenti la modificazione del proprio corpo attraverso torture. Nei casi più “sereni” la parte fallica viene sottoposta a vari generi di dolori. In quella più estrema invece si procede direttamente con la mutilazione. Le varie testimonianze di ciò, si trovano all’interno di una raccolta video. Su questa tendenza c’è chi si è schierato apertamente contro ma anche chi ne ha tratto spunto per dibattiti.

Ti consigliamo come approfondimento – Kailia Posey si è suicidata: muore a 16 anni il volto della gif “Grinning Girl”

BME Pain Olympics: da dove nasce questa competizione?

BME Pain Olympics,Seppur i social abbiano reso virale e noto il fenomeno del BME Pain Olympics, la sua origine è ben più datata. Bisogna infatti tornare indietro di quasi trent’anni, più precisamente al 1994. La scrittrice canadese Shannon Laratt infatti, in quel periodo, lanciò la moda. Dopotutto era un’appassionata del tema delle modifiche corporali. Così il suo sito web di lì a poco diventa spunto per le varie pratiche di tatuaggi e piercing, fino a quelle più stravaganti. Le olimpiadi vere e proprie però iniziano a cavallo tra il 2002 ed il 2002. Il luogo? In Canada, in Ontario. Fino al 2008 ci si era limitati a bere salse super piccanti e portare enormi pesi su una sospensione. In quell’anno, un video, poi definito fake, mostrava due persone amputarsi i genitali, da lì è nata la moda attuale. La domanda è: fino a dove si spingerà?

Ti consigliamo come approfondimento – Elon Musk compra Twitter per 44 miliardi. Numeri e critiche dell’operazione da record

BME Pain Olympics: il primo video diffuso sul web

BME Pain Olympics,Gli organizzatori delle BME Pain Olympics, nel 2008, hanno combattuto una grande battaglia, soprattutto online, per dissociarsi da un video diffuso da due soggetti. Quest’ultimi si definivano partecipanti dell’evento e che, per vincerlo, si sarebbero amputati i genitali. Cosa che, nel video, si vede senza se e senza ma. Tuttavia, sempre alla fine del video, viene detto che si tratta di un fake. Un piccolo particolare che inizialmente in pochi hanno notato, essendo decisamente più concentrati sul dibattito e sullo scandalo. Da lì ha però preso il via questa tendenza. L’estremizzazione di quelle olimpiadi del dolore. Dalla salsa piccante si è passati a torture dei genitali e dai pesi su una sospensione si è giunti all’amputazione delle parti intime. L’ennesima trovata, decisamente malsana, diffusa dal web. Sempre più grande dunque la dimostrazione di come quest’ultimo abbia due volti e che uno di questi va monitorato decisamente meglio.

Ti consigliamo come approfondimento – Musk sfida a duello Putin: “giochiamoci l’Ucraina”

BME Pain Olympics: che cos’è Dubai Porta Potty?

Dubai porta potty, BME Pain Olympics,
Immagine non adatta ad un pubblico sensibile

Dubai Porta Potty è praticamente il seguito delle folli tendenze come BME Pain Olympics. In questo caso non si tratta di sopportare il dolore ma di ben altro. Escort pagate da ricchi uomini di Dubai per farsi ca**re in bocca. Una tendenza che spopola su vari social e che ha fatto molto discutere. Anche qui il mondo si scinde in dibattiti. Quanto il denaro conta rispetto alla dignità? Stiamo infatti parlando di un vero e proprio gesto di prepotenza nei confronti della dignità femminile. La moda ed il denaro davvero contano molto più di tutto ciò?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

sedici − 5 =