Boldrini denuncia Salvini per 150.000 euro: “Io vittima di campagna d’odio”

0
261
Boldrini deuncia Salvini
Dai profili Facebook di Matteo Salvini e Laura Boldrini

Boldrini denuncia Salvini per diffamazione. A renderlo noto è lo stesso leader della Lega tramite un tweet sul suo account social. Secondo le parole di Salvini l’ex presidente della Camera avrebbe chiesto 150.000 euro di risarcimento. La suddetta cifra è stata però smentita dall’avvocata della Boldrini. 

Ti consigliamo come approfondimento – Salvini, udienza Open Arms: “Ho agito insieme a Conte e il Governo!”

Boldrini denuncia Salvini: il tweet del leader della Lega 

Boldrini denuncia Salvini
Dall’account Twitter di Matteo Salvini

Nel suo tweet Salvini parla di una richiesta di risarcimento da parte della Boldrini di 150.000 euro. “Per non si sa bene cosa” scrive Salvini che non sembra essere a conoscenza dei reali motivi per cui la Boldrini lo accusi. La deputata del Pd ha sottolineato come il suo avvocato non abbiamo fatto riferimento ad alcuna cifra precisa quando ha avanzato formalmente l’accusa. “C’è un’azione civile avviata nei confronti di Matteo Salvini. È per un risarcimento danni ma la cifra indicata dalla Lega non è riferibile a una nostra richiesta”. L’avvocata della Boldrini, Caterina Flick, ha spiegato come la cifra sia inserita automaticamente dal sistema. “Il valore della controversia ‘indeterminabile’ è associato automaticamente al valore economico di 150.000 euro dal sistema on line.”

Ti consigliamo come approfondimento – Cyberbullismo e diffamazione: come difendersi dal lato oscuro dei social

Boldrini denuncia Salvini: i motivi delle accuse 

Boldrini denuncia Salvini
Dalla pagina Facebook di Laura Boldrini

La Boldrini dichiara come il motivo della denuncia sia stata causato dalla campagna di diffamazione che Salvini si è impegnato nel corso degli anni a portare avanti sui social contro la figura della deputata. Tra i diversi episodi esposti dalla Boldrini spicca la campagna denigratoria associata al tema dei migranti. L’accusa avanzata è quella di aver associato la figura della Boldrini a ogni crimine commesso da un migrante. Il leader della Lega condivideva la sua critica con l’hashtag #risorseboldriniane. L’hashtag è poi divenuto tristemente virale. É infatti stato usato dai sostenitori di Salvini per danneggiare la figura della deputata con insulti e minacce. “Ha alterato il mio pensiero in materia di immigrazione. Mi attribuisce affermazioni che non ho mai fatto”. Dichiara la Boldrini.

Ti consigliamo come approfondimento – Revenge porn: nasce la campagna social #iostoconlamaestra

Boldrini denuncia Salvini: lo scontro nel corso degli anni 

boldrini SalviniLa causa civile è stata mossa a dicembre da parte della Boldrini, tuttavia lo scontro tra i due politici si sviluppa già da diversi anni. Tra gli episodi più antecedenti si ricorda quello avvenuto nel 2016 durante un comizio politico di Salvini. Mentre Salvini teneva il suo discorso, sul palco arriva una bambola gonfiabile. Il leader della Lega ha esordito con “C’è la sosia della Boldrini qui”. Il video con le sue dichiarazioni divenne virale e numerose critiche arrivarono anche da componenti dello stesso centrodestra. Tuttavia Salvini ribadì in tv di non voler avanzare nessuna scusa (salvo poi scusarsi ironicamente su Twitter). Boldrini definisce questa narrazione fatta da Salvini nei suoi confronti nel corso degli anni come una campagna d’odio che l’ha gravemente danneggiata. “Quella di Salvini non è certo stato un’opera goliardica. Ha impattato sulla mia sicurezza, tra minacce di morte e stupro.”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

18 − 6 =