Bollette gas e luce: come scegliere le migliori tariffe e tutelarsi dai raggiri

0
62
Concorso Miur 2021

Bollette tutela tariffe: il termine della maggior tutela per il mercato di luce e gas è slittato a gennaio 2023. Nonostante le telefonate aggressive, esistono gli strumenti per evitare i raggiri. I consumatori, per poter formulare meglio le proprie scelte sul consumo energetico, potranno avvalersi di alcuni servizi efficaci. Tra le novità fornite dall’Autorità per l’energia vi è il servizio di conciliazione, in grado di risolvere le controversie tra operatori e utenti.

Ti consigliamo come approfondimento – A Napoli impiantato cuore artificiale: è il primo intervento riuscito in Europa

Bollette tutela tariffe: il servizio di conciliazione

Bollette tutela tariffe

Bollette tutela tariffe – Il termine della maggior tutela vedrà la luce solo il 1° gennaio 2023. Tuttavia, ciò non ha scoraggiato gli operatori energetici nell’avanzare proposte aggressive ai propri clienti. Tra queste, si ritrovano spesso cambiamenti di contratti in anticipo, con aumento di tariffe e costi.

Per poter sopperire a tali problemi, l’Autorità per l’energia ha messo a disposizione dei cittadini vari strumenti per tutelarsi. L’ultima novità nel campo è il servizio di conciliazione. Questo servizio aiuta i clienti a risolvere le controversie con operatori e gestori. È possibile farlo gratuitamente, da casa o in mobilità con l’assistenza di un conciliatore terzo e imparziale. Tramite smartphone o tablet è possibile scaricare l’appServizio conciliazione”, disponibile anche in formato web da pc.

In caso di errori in bolletta o per altre contestazioni, il cliente può inviare un reclamo all’operatore. Se la risposta non è soddisfacente o è assente, il cittadino può collegarsi al sito dello “Sportello per il consumatore” (qui). Potrà partecipare autonomamente o facendosi rappresentare da un delegato.

Grazie a questo strumento, nel 2020 sono stati recuperati oltre 10,3 milioni di euro su circa 18.000 domande avanzate.

Ti consigliamo come approfondimento – Bimbo da record: dopo 525 giorni di cuore artificiale ne riceve uno tutto suo

Bollette tutela tariffe: come scegliere un’offerta

Bollette tutela tariffeBollette tutela tariffe – Grazie alla Legge Concorrenza del 2017, esiste un portale per poter consultare le offerte di luce e gas (qui). Questa piattaforma è stata creata ed è gestita dall’Acquirente Unico, su disposizione dell’Autorità dell’energia. In questo modo, è possibile conoscere tutte le proposte luce e gas fornite dal mercato.

Per poter scegliere la migliore offerta, il cittadino deve fornire alcune informazioni presenti sulla bolletta. Tra queste, vi sono il consumo annuo di gas e/o energia, il CAP e il consumo per fasce orarie. Con questi dati, il sistema propone le offerte disponibili nella zona dell’utente e una stima della spesa annua in base ai vari operatori.

Ti consigliamo come approfondimento – Samuele Cannas: 6 lauree a 25 anni. Chi è lo studente prodigio di Pisa

In caso di difficoltà, arriva la tariffa Placet

Bollette tutela tariffeBollette tutela tariffe – Può accadere che la ricerca effettuata dal cliente non abbia esito positivo o che non vi sia una proposta in linea con il profilo di consumo. In questo caso, il cittadino può optare per una tariffa Placet. Si tratta di un prezzo libero a condizioni equiparate di tutela, un’offerta del mercato libero a tariffa fissa o variabile.

In questo caso, tuttavia, non può esistere una fornitura congiunta di energia elettrica e gas naturale. Il cittadino dovrà sottoscrivere, così, due differenti contratti con un’offerta Placet con lo stesso operatore. La durata delle tariffe Placet è indeterminata con rinnovo ogni 12 mesi. Il cliente può scioglierla, e quindi recedere, nelle modalità e nelle tempistiche riportate sul contratto. Anche se le condizioni economiche sono stabilite liberamente dai venditori, la struttura di prezzo e alcune condizioni sono stabilite dall’Autorità dell’energia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

cinque × tre =