Bollettino Campania: 1.677 i positivi e 11 i decessi. Domani soft lockdown

0
180
Bollettino Campania

Bollettino Campania – Pubblicati poco fa dalla Regione Campania i dati riguardanti la situazione Covid-19 nella nostra regione. Nelle ultime 24 ore sono 20.893 i test effettuati di cui 1.677 risultati positivi, 11 i decessi e 543 i guariti. Domani la regione torna in zona arancione.

Ti consigliamo come approfondimento – Covid Napoli, troppa folla: il lungomare viene transennato

Bollettino Campania: 1.677 i nuovi casi di Coronavirus

Bollettino CampaniaMancano meno di 6 ore al ritorno della zona arancione in Campania e, mentre c’è chi si gode l’ultimo caffè, l’Unità di Crisi della Regione Campania pubblica il bollettino riguardante la situazione. Ben 1.677 i nuovi positivi con un calo, seppur lieve, del rapporto tamponi-positivi. Si è infatti registrato un rapporto del 8,02%, a fronte di quello di ieri del 8,19%. I guariti sono un terzo dei nuovi casi: 543. I decessi, purtroppo, 11 questo fa salire a 4.106 i morti totali da inizio pandemia.

I dati sui ricoveri vedono oggi 112 persone ricoverate in terapia intensiva a fronte dei 110 di ieri. Sono 1.289 pazienti nei reparti di degenza ordinaria a fronte dei 1.313. Complessivamente, sono 251.458 i casi totali di positività al Covid-19 da inizio pandemia.

Ti consigliamo come approfondimento – Napoli, gente in strada senza mascherina. Totale assenza di regole

Bollettino Campania: da domani scatta la zona arancione

Bollettino CampaniaAnnunciata nella diretta social di ieri sul profilo della Regione Campania, da domani la nostra regione torna in zona arancione insieme all’Emilia Romagna e il Molise. Torna quindi un lockdown soft dopo che, secondo il monitoraggio Iss, l’Rt medio, calcolato sui casi sintomatici, è stato pari a 0,99. Questo vuol dire che c’è diffusione del virus, in modo preoccupante, in queste regioni. Ad aggravare la situazione è sicuramente l’ormai accertata presenza delle varianti.

Resta quindi il divieto di circolazione dalle 22 alle 5 salvo comprovati motivi di lavoro, necessità e salute. Saranno vietati gli spostamenti non solo tra Regioni ma anche tra Comuni salvo comprovati motivi. Ristoranti e bar chiusi, sarà però consentito l’asporto fino alle 22 mentre nessuna restrizione per la consegna a domicilio. Chiusura di musei, mostre e centri commerciali ad eccezione di punti vendita di generi alimentari, farmacie, para farmacie tabaccherie e edicole. Torna la DAD per le scuole superiori e le università mentre ci sarà una riduzione dei trasporti del 50%. Restano quindi chiuse palestre, piscine, teatri e cinema.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

3 × 5 =