Ponticelli, esplode bomba nella notte: è guerra tra i clan di Camorra

0
152
bomba ponticelli

Bomba Ponticelli, è la terza nel giro di quattro giorni. Secondo le Forze dell’Ordine la causa è una faida scoppiata tra i clan di Camorra della zona. Tra le due fazioni, la famiglia De Martino e il clan De Luca Bossa. Non sembrano esserci stati feriti ma danni ad auto e abitazioni vicine. 

Ti consigliamo come approfondimento – Napoli, esplosione ai Colli Aminei: dopo l’auto gli incendiano il negozio

Bomba Ponticelli: l’esplosione di ieri notte 

Spari Fuorigrotta, bomba ponticelli Nessun target preciso, solo l’obiettivo di generare confusione. É successo ieri sera alle 23, nel quartiere di via Camillo de Meis a Napoli Est. Zona divenuta ormai da settimane il campo di battaglia di una guerra tra famiglie mafiose. I cittadini della zona hanno allertato la Polizia subito dopo l’esplosione. Essendo la strada deserta non ci sono stati feriti, tuttavia diverse auto parcheggiate sono andate distrutte nell’impatto. Un avvenimento che purtroppo non sorprende nessuno della zona. Si tratta della terza esplosione in 4 giorni ed anche di quella più contenuta. Nei giorni passati il quartiere ha assistito ad altre due esplosioni molti più forti e a diverse “stese” compiute da ignoti a bordo di motorini. 

Ti consigliamo come approfondimento – Napoli, spari tra la folla a Fuorigrotta: tornano le ‘stese’ della camorra

Bomba Ponticelli: le altre esplosioni 

Luca sacchi testimone, bomba ponticelli La prima bomba è scoppiata nella notte tra lunedì e martedì. Quest’ultima è stata preceduta da una “stesa”: 13 colpi di proiettile sparati in cielo hanno avuto lo scopo di marcare il territorio. Dopo neanche 24 ore il secondo attacco, probabilmente come risposta di un clan all’altro per dimostrare la propria supremazia. Accade sempre nella notte nel rione Incis. La bomba è stata lanciata contro dei palazzi, ma fortunatamente è andata a schiantarsi sul suolo. L’impatto a danneggiato ben 8 auto di residenti ignari che avevano lasciato le proprie vetture parcheggiate sulla strada. Con l’ultima espulsione di questa notte, la paura e la rabbia dei residenti comincia a salire. Sulla vicenda si è espresso anche il senatore Sandro Ruotolo del Gruppo Misto. “Tre bombe e una ‘stesa’ in 72 ore. Strade, rioni e cortili trasformati in campi di battaglia. È una emergenza nazionale.Residenti, commercianti vivono nel terrore più assoluto.”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

cinque + 15 =