Bonus 200 euro a partire da luglio: ecco a chi spetta e come richiederlo

0
193
bonus 200

Bonus 200 euro definito anche come incentivo una tantum proprio perché i lavoratori e pensionati con redditi bassi potranno riceverlo solo una volta. Però secondo le direttive del Governo il bonus racchiude un largo insieme di lavoratori che potranno usufruirne. Dalla colf ai percettori del Reddito di Cittadinanza. Ma vediamo insieme i beneficiari effettivi e l’iter per poterlo richiedere 

Ti suggeriamo come approfondimento – Bonus mobilità 2022 da 750 euro: domande aperte fino al 13 maggio

Bonus 200 a chi spetta davvero l’incentivo 

bonus 200 Si tratta di un sussidio economico pensato per lavoratori, ma anche per chi è già pensionato con un reddito Isee annuale di 35mila euro. I beneficiari sono dipendenti, pensionati e autonomi. Ma anche coloro che percepiscono il reddito di cittadinanza e quindi sono al momento senza un impiego. A questi requisiti rispondo circa 28 milioni di italiani che se faranno richiesta portando vedere i primi incentivi già erogati da luglio. Il Governo ha definito questa manovra come un aiuto dallo stato per compensare la crisi economica che ha colpito le famiglie italiane dopo gli anni da Covid. Si tratta di una misura immessa nel nuovo Decreto Aiuti e per cui il Governo ha stanziato circa 6 miliardi di euro. 

Fondi che lo Stato fa sapere aver raggruppato con le tasse aumentate alle imprese del settore energetico in questi mesi. Inoltre al gruppo di lavoratori stagionali e alle colf che in un primo momento erano stati esclusi, con l’ultima modifica sono rientrati nel gruppo di beneficiari a patto che la loro ultima dichiarazione Isee non Sofri i 35mila euro annui.

Ti suggeriamo come approfondimento – Bonus bollette 2022, al via dal 1° aprile: ecco come ottenerlo

Bonus 200 come richiederlo 

google down, bonus 200 Lavoratori e pensionati che rispettano le caratteristiche per l’incentivo non dovranno inoltrare nessuna domanda specifica. Al contrario il loro bonus sarà aggiunto automaticamente alla loro busta paga. Ricordiamo che trattandosi di un incentivo una tantum i 200 euro verrano aggiunti soltanto una volta. Per gli altri tipi di lavoratori, le modalità specifiche e l’iter burocratico non è stato ancora svelato.

Il Governo dopo aver pubblicato il decreto in Gazzetta ufficiale fa sapere che dopo 30 giorni dalla pubblicazione si renderanno note le modalità per inviare la domanda e avviare l’iter burocratico. Si presuppone quindi che già da luglio. Dopo l’invio delle prime domande, si vedrà anche l’erogazione dei primi incentivi. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Superbonus 110 bocciato, Draghi: “Ha triplicato i costi”. M5s: “Non parla a nome dei cittadini”

Bonus 200 e non solo: cosa prevede il Decreto Aiuti 

bonus 200, draghi afghanistan dl green pass obbligatorio
Mario Draghi durante l’intervista per il Tg1, YouTube

Tra le altre misure approvata da Cdm e contenute nel Decreto Aiuti c’è anche il Fondo Affitti. Si tratta di un incremento monetario al Fondo nazionale per il sostegno all’accesso alle abitazioni in locazione. Un fondo già esistente. E usufruibile dai cittadini a cui sono stati assegnati ulteriori 100 milioni per il 2022. Contenuto anche il tanto dibattuto Superbonus 110, attorno al quale non sono mancate polemiche e tagli.

Inoltre incentivi oltre che per i lavoratori anche agli studenti. Si tratta di un bonus di 60 euro anche questo una tantum e non cedibile da usare per abbonamenti di mezzi pubblici. Un sussidio, per quanto piccolo, mirato ad incentivare l’utilizzo dei trasporti pubblici. Come per i 200 anche questi 60 euro sono destinati a studenti e lavoratori che non superano un reddito di 35mila euro annui. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

2 + tre =