Bonus 2019: tutte le agevolazioni al servizio delle famiglie

0
530
decreto cura italia reddito bonus tiroide concorso pensione ticket sanitario canone rai reddito di emergenza

La Legge di Bilancio 2019 annuncia diversi bonus per le famiglie italiane. I più conosciuti sono sicuramente il reddito di cittadinanza e la pensione di cittadinanza. Eppure non sono gli unici. In particolare famiglie numerose, anziani e neonascituri possono contare su appositi benefit. Ecco un elenco di bonus 2019 ancora validi entro fine anno.

Ti consigliamo come approfondimento – Reddito di cittadinanza: presentata la prima card. Tutti i passi per ottenerlo

Bonus 2019 per le famiglie

nuove banconote bonus 2019Per il triennio 2017-2019 esiste un fondo per gli assegni familiari destinati a famiglie con quattro o più figli. Per calcolare l’importo e farne richiesta, basta andare sui portali dell’INPS o del Comune di appartenenza. In alternativa, sono state istituite le social e family card utili per le spese ordinarie.

La social card è una tessera rigida adibita ad acquisti o al pagamento di:

  • Prodotti alimentari (solo in negozi abilitati);
  • Sconti convenzionati;
  • Bollette di luce e gas;
  • Spese sanitarie.

Lo Stato, o l’Ente locale, accredita 80€ ogni due mesi per un totale di 480€ annui. La quota va spesa entro i due mesi e non è cumulabile con le rate successive. Viene concessa ad anziani e famiglie numerose con specifiche condizioni. Rivolgendosi in Posta è possibile verificare i parametri e farne richiesta.

La family card, invece, è una tessera cartacea che permette di ricevere sconti per l’acquisto di beni o servizi presso gli aderenti all’iniziativa sia pubblici sia privati. Quindi, prima di farne richiesta, si consiglia di verificare gli esercenti presenti sul proprio territorio. Si attende il decreto attuativo per le modalità di rilascio ma, in linea di massima, i requisiti sono: avere almeno 3 figli minori a carico e un Isee al di sotto dei 30.000 euro annui.

Ti consigliamo come approfondimento – Bonus bollette Legge 104: arrivano agevolazioni per luce e gas

Bonus 2019, prorogati e potenziati i benefit ai bebè:

Seggiolino salva bebè bonus 2019Bonus bebè: chiamato anche “assegno di natalità”, è erogato dall’INPS. A seguito del documento ISEE presentato, si percepisce un contributo mensile della durata di un anno per ogni figlio. La quota varia in base alla situazione economica: con ISEE inferiore ai 7.000 euro annui, l’importo erogato è di 160 euro al mese. Se il valore è compreso tra 7.000 e 25.000 euro, si percepiscono 80 euro al mese. Mentre, per le famiglie con due figli, il contributo sale a 192 euro o 96 euro mensili.

Premio nascita (o adozione): pari a 800 euro una tantum. Si può richiedere il “bonus mamma domani” sul portale dell’INPS. Finito il settimo mese di gestazione, si ha tempo per la richiesta entro un anno dalla nascita, l’adozione o l’affido del nuovo arrivato in famiglia. Non prevede vincoli di reddito.

Bonus asili nido: È stato prorogato e potenziato fino a 1.500 annui. Il suo scopo è quello di contribuire al pagamento delle rette degli asili nido. In alternativa serve anche a sostenere economicamente l’assistenza domiciliare necessaria per bambini affetti da patologie che gli impediscono la frequenza ai nidi. In entrambi i casi, conta come rimborso elargito post-documentazione della spesa. Questo contributo è valido per tutti ma non cumulabile alla detrazione fiscale.

Buone notizie anche per i papà! Aumentato a 5 giorni il congedo obbligatorio (più uno facoltativo, in alternativa alla partner).

Ti consigliamo come approfondimento – Bonus donne disoccupate: assumere “in rosa” conviene!

Bonus 2019: altre agevolazioni previste dalla Legge di Bilancio

tumori bonus 2019Sostegno ai caregiver familiari, ovvero, persone che assistono, non per professione, un familiare non autosufficiente. Dal 2018 al 2021 è stato istituito un fondo che spetta a chiunque sia impossibilitato a lavorare per sostenere il coniuge (o convivente di fatto) o un familiare fino al secondo grado di parentela. Addirittura fino al terzo grado nel caso di portatori di handicap.

Terreni agricoli: destinato ai nuclei familiari con tre e più figli, almeno uno dei quali nato tra il 2019 e il 2021. Questi possono essere assegnatari, gratuitamente, di terreni demaniali agricoli e usufruirne per almeno 20 anni. Questi lotti spettano anche ad aziende costituite da giovani imprenditori agricoli che riservino, alle famiglie numerose, una quota societaria di almeno il 30%.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

due × tre =