Bonus biciclette 2020, valido anche per i comuni con meno di 50.000 abitanti

0
4010
bonus biciclette

L’Italia punta alla mobilità sostenibile con un piano d’incentivi rivolto ai ciclisti urbani. Dalla notizia dell’erogazione del cd. bonus biciclette si è creata parecchia confusione riguardo i beneficiari di tale bonus. Proviamo a fare ordine. Di cosa si tratta? Come funziona? Chi può chiederlo e come sarà erogato?

Ti consigliamo come approfondimento – Decreto Rilancio: ecco tutti i bonus e le misure previste

Bonus biciclette 2020: cos’è?

bonus bicicletteNei 256 articoli contenuti nella misura che punta al rilancio dell’economia italiana, si parla anche del bonus mobilità, ribattezzato “bonus bicicletta”. È stato pensato essenzialmente per cercare di evitare il più possibile assembramenti nei mezzi pubblici. Il bonus copre il 60% della spesa (fino a un massimo di 500 euro) per l’acquisto non solo di una bicicletta (anche a pedalata assistita) ma anche di monopattini elettrici e hoverboard.

Come funziona?

bonus bicicletteInnanzitutto, il bonus è retroattivo, cioè è valido anche per gli acquisti fatti a partire dal 4 maggio 2020. Secondo le indicazioni fornite dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, il buono mobilità può essere fruito utilizzando una specifica applicazione web che è in via di predisposizione e sarà accessibile, anche dal sito istituzionale del Ministero dell’Ambiente, entro 60 giorni dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto interministeriale attuativo del Programma buono mobilità. Per accedere all’applicazione è necessario disporre delle credenziali SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale).

  • Fase 1 (dal 4 maggio 2020 fino al giorno di inizio operatività dell’applicazione web): è previsto il rimborso al beneficiario; per ottenere il contributo è necessario conservare il documento giustificativo di spesa (fattura e non scontrino) e allegarlo all’istanza da presentare mediante l’applicazione web.
  • Fase 2 (dal giorno di inizio operatività dell’applicazione web): è previsto lo sconto diretto da parte del fornitore del bene/servizio richiesto, sulla base di un buono di spesa digitale che i beneficiari potranno generare sull’applicazione web. In pratica gli interessati dovranno indicare sull’applicazione web il mezzo o il servizio che intendono acquistare e la piattaforma genererà il buono spesa digitale da consegnare ai fornitori autorizzati per ritirare il bene o godere del servizio individuato.
Ti consigliamo come approfondimento – Inps, sarà l’ente a erogare la cassa integrazione che tutti aspettano

A chi spetta?

bonus bicicletteContrariamente a quanto si pensa, il bonus biciclette non spetterà solo ai cittadini dei comuni con più di 50.000 abitanti. Infatti ne possono usufruire: i maggiorenni che hanno la residenza (e non il domicilio) nei capoluoghi di Regione (anche sotto i 50.000 abitanti); nei capoluoghi di Provincia (anche sotto i 50.000 abitanti); nei Comuni con popolazione superiore a 50.000 abitanti e nei comuni delle Città metropolitane (anche al di sotto dei 50.000 abitanti).

Nello specifico le Città metropolitane sono 14. Si tratta di Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Firenze, Genova, Messina, Milano, Napoli, Palermo, Reggio Calabria, Roma Capitale, Torino, Venezia. L’elenco dei Comuni appartenenti alle suddette Città metropolitane è consultabile sui relativi siti istituzionali.
Per la popolazione dei Comuni si fa riferimento alla banca dati Istat relativa al 1 gennaio 2019.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here