Bonus musica 2020: cos’è e come ottenerlo

0
4609
concerti bonus musica

La conversione in legge del Decreto Rilancio porta con sé una nuova agevolazione: il bonus musica. Si tratta di un contributo per le famiglie del valore di 200 euro per la frequenza di cori, scuole e bande di musica.

Ti consigliamo come approfondimento – Incentivi auto, arrivano i bonus: tutti gli sconti previsti dal decreto Rilancio

Bonus musica 2020: i requisiti

Maggio, alessandro borrieroOgni famiglia potrà fare domanda per il bonus musica una sola volta. Il contributo è pari a 200 euro e serve a coprire le spese di scuole, bande di musica e cori. Per ottenerlo, le famiglie richiedenti dovranno rispondere ai seguenti requisiti:

  • ISEE in corso di validità, ordinario o corrente, non superiore a € 30.000;
  • Le spese dovranno essere sostenute per figli minori di 16 anni già impegnati nello studio della musica alla data del 23 febbraio 2020;
  • Le lezioni di musica devono aver luogo presso scuole di musica iscritte in registri regionali;
  • I pagamenti devono essere effettuati con versamento bancario o postale o altri mezzi tracciabili.

A stabilirlo è l’art. 105-ter della legge della conversione del Decreto Rilancio.

Ti consigliamo come approfondimento – Autostrade, trovata l’intesa: ecco i termini dell’accordo tra Stato e Benetton

Musica e agevolazioni

spotify Emozioni, premio lucio dalla sempreverdeLe risorse complessive messe a disposizione dallo Stato per il bonus musica ammontano a 10 milioni di euro. Tale somma, suddivisa in agevolazioni da 200 euro per famiglia avente diretto, costituisce uno tanti aiuti previsti dalla Legge di Bilancio 2020. Segnatamente, si tratta di un bonus che incentiva lo studio della musica da parte dei giovani.

Esiste, poi, un’ulteriore tipologia di bonus musica. Si tratta di uno sconto Irpef del 19% sul costo dell’iscrizione annuale (fino a un massimo di 1000 euro e pe famiglie con un reddito non superiore a 36.000 euro) di ragazzi di età compresa tra 5 e 18 anni a:

  • Conservatori di musica;
  • Istituzioni di alta formazione artistica musicale e coreutica (AFAM) legalmente riconosciute;
  • Scuole di musica iscritte ai registri regionali;
  • Cori, bande e scuole di musica riconosciute da una pubblica amministrazione.
Ti consigliamo come approfondimento – La Campania istituisce lo psicologo di base: l’assistenza gratuita diventa legge

Come richiedere il bonus musica 2020

BonusPer quanto riguarda le modalità di richiesta e riscossione del bonus musica 2020, occorrerà attendere un decreto del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo, in collaborazione con il Ministero dell’istruzione e il Ministero dell’economia e delle finanze.

Il documento stabilirà le procedure e i termini per presentare la domanda, nonché le tempistiche di erogazione del contributo una tantum agli aventi diritto.