Napoli, brucia vivo il fratello per i 300mila euro dell’assicurazione: arrestato

0
929
brucia fratello
Dal profilo Facebook di Antonio Martone

Brucia fratello e lo uccide per incassare l’assicurazione di 300mila euro e scappare in Asia. È la macabra vicende avvenuta nel napoletano. Il corpo di Domenico Martone è stato trovato carbonizzato nei boschi di Lettere. Gli inquirenti hanno ricostruito la vicenda e arrestato il fratello più grande Antonio. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Napoli, incidente metro Linea 2: 5 feriti e paura tra i passeggeri. La circolazione riprende

Brucia fratello mentre era ancora vivo e lo abbandona nei boschi 

brucia fratello
Fonte: Facebook

Il ritrovamento del corpo è avvenuto lo scorso 30 marzo nei boschi di Lettere. Era il cadavere ormai carbonizzato di Domenico Martone, operaio di 33 anni residente a Castellammare di Stabia. I carabinieri di Castellammare hanno raggiunto il luogo del delitto allertati dai residenti che avevano denunciato un massiccio incendio vicino al centro abitato. All’arrivo delle Forze dell’Ordine, il corpo era completamente carbonizzato e irriconoscibile. La macchina ritrovata a pochi isolati dai boschi e intestata a Domenico Martone ha facilitato il riconoscimento. I Carabinieri indagando sulla famiglia, hanno scoperto che Domenico era stato convinto un anno fa dal fratello maggiore Antonio a stipulare una polizza assicurativa sulla vita. Sarebbe questo il movente premeditato del fratello maggiore per ucciderlo e incassare i soldi. Secondo la ricostruzione Antonio con una scusa avrebbe portato in campagna il fratello minore. Dopo averlo tramortito alla testa gli avrebbe dato fuoco mentre era ancora vivo. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Napoli, le ultime parole di Giovanni Guarino: “Guarda cosa mi ha fatto!”

Brucia fratello: i soldi dell’assicurazione usati per scappare 

brucia fratello
Dal profilo Facebook di Antonio Martone

Secondo i dati dell’associazione assicurativa in caso di decesso Antonio sarebbe stato l’unico beneficiario della grande somma di denaro. Indizi che hanno solo aumentato i sospetti sul 36enne. L’accusa è di omicidio premeditato con l’aggravante di crudeltà per il metodo di uccisione e per aver assassinato un parente stretto. Durante l’autopsia sul corpo i medici legali hanno ritrovato i polmoni pieni di fumo. Prova che Domenico è rimasto cosciente diversi minuti mentre veniva bruciato vivo. Gli inquirenti hanno arresto l’uomo nella serata di ieri. Le Forze dell’Ordine hanno scoperto che l’accusato aveva una relazione con una donna filippina e per il pericolo di fuga Antonio è stato arrestato. Con ogni probabilità i soldi sarebbero stati usati dall’uomo per raggiungere la donna in Asia e iniziare una nuova vita. Antonio lavora come cuoco su navi da crociare. Sarebbe in uno dei viaggi che i due si sarebbero conosciuti. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Attentato a New York: uomo apre il fuoco nella metro di Brooklyn, ritrovati anche ordigni esplosivi

Brucia fratello: i messaggi di cordoglio sul web 

brucia fratello, 12enne malore, salerno 13enne muore, Paolo Calissano muore, 14enne muore, libero de Rienzo, 15enne morto SoccavoUna vicenda che ha lasciato attoniti un’intera comunità. Il profilo Facebook di Domenico è stato inondato da messaggi di condoglianze. L’ultimo saluto di chi lo conosceva e non si da pace per il modo in cui è stato portato via. Sul suo profilo si legge. “Oggi non ci si può nemmeno fidare più del tuo stesso sangue. Come può un fratello fare un’ atrocità del genere, soprattutto per soldi, solo tanta tristezza, povero ragazzo”. Domenico era un lavoratore stagionale, da alcun mesi stava lavorando come operaio di un caseificio. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

5 × quattro =