Brumotti massacrato di botte. Orrore chef Rubio: “Te ne hanno date poche”

0
1829
Brumotti massacrato Rubio

Brumotti massacrato Rubio –  Il biker di Striscia La Notizia è stato aggredito durante un servizio antidroga. Contro di lui si è schierato anche chef Rubio. “Sei un infame, troppo poche te ne hanno date!”, ha scritto su Twitter per difendere il quartiere protagonista del servizio. Sui social network è subito partita una gara di solidarietà per Brumotti, da tempo impegnato nella lotta antidroga.

Ti consigliamo come approfondimento – Orrore nel centro disabili, pazienti indifesi presi a calci e pugni: 3 arresti

Brumotti massacrato Rubio: l’aggressione a Roma

Brumotti massacrato Rubio
Dalla pagina Facebook ufficiale di Vittorio Brumotti

Brumotti massacrato Rubio – Il famoso biker di Striscia La Notizia si trovava nel quartiere “Porticciolo” della capitale quando è stato aggredito. Stava girando, insieme alla troupe, un servizio antidroga per fermare lo spaccio di stupefacenti nella zona. Da tempo, Vittorio Brumotti è impegnato in questa lotta difficile e pericolosa. Spesso realizza servizi che mettono a rischio la sua incolumità e quella dei collaboratori.

Nel servizio che andrà in onda questa sera, si assisterà ad una pesante aggressione di Vittorio Brumotti. Il biker è stato infatti massacrato di botte dagli spacciatori della zona.

Sulla questione, Chef Rubio ha rilasciato dichiarazioni choc su Twitter. Rubio è noto per le sue prese di posizione molto ferree e per il suo linguaggio molto diretto. Tuttavia, questa volta, ha suscitato l’ira degli utenti per i suoi commenti. “Brumotti sei un infame, troppo poche te ne hanno date, ha scritto sul social.

Ti consigliamo come approfondimento – Omicidio Torre Annunziata, massacrato con il crick per difendere la figlia. Identificato assassino

Brumotti massacrato Rubio: i tweet inquietanti dello Chef

Brumotti massacrato Rubio
Dal profilo Twitter ufficiale di Chef Rubio

Brumotti massacrato Rubio – “Non sapete nulla del core immenso del Quarticciolo. Voi giornalisti da strapazzo vi dovreste vergognare per la propaganda infame che riservate a chi è abbandonato dallo Stato. E resiste nonostante tutto con dignità e umanità”. Così ha scritto Rubio nel primo tweet contro Brumotti. Secondo lo chef, infatti, i veri responsabili dello spaccio di droga sono coloro che governano. “Invece di riprendervela con le periferie e abboccare ai servizi dimmerda, esigete servizi; case e lavoro per tutti”, ha dichiarato. Riferendosi a Giorgia Meloni, ha scritto: “Se faceste il vostro, lo spaccio in periferia e nei quartieri abbandonati dalle istituzioni probabilmente non sarebbe necessario. E quell’artro eviterebbe le pizze. Vacce al Quarticciolo invece de sta sui social!”.

Rispondendo, invece, a Dj Ringo ha scritto: “C’è il rammarico semmai che tutte le pizze che ha preso negli anni; (un po’ gli piace, sennò non si spiega) non gli siano servite ad imparare la lezione (a Roma si dice così)”.