Calcio Napoli, gioia infinita: Coppa Italia in bacheca e Mertens rinnova fino al 2022

0
533
calcio Napoli Coronavirus

Il calcio Napoli di Rino Gattuso trionfa in Coppa Italia portandosi a casa il trofeo per la volta, la 2° contro la Juventus. La coppa azzurra è la prima vittoria del 2020, ed è la prima ad essere assegnata senza tifosi. Tuttavia, nonostante la scenografia “virtuale” dello Stadio Olimpico di Roma, il tifo napoletano non ha tardato a farsi sentire e dopo pochi istanti dalla vittoria ha invaso le strade di tutta la città.

Ti consigliamo come approfondimento – Calendario Serie A, sarà una bollente estate calcistica: in campo tutti i giorni

Calcio Napoli, Coppa Italia: Napoli-Juve 4-2 ai calci di rigore

calcio NapoliDopo 90 minuti di tensione la partita resta in parità: 0-0, con non poche occasioni per il Napoli. All’inizio del primo tempo un Napoli “gattusiano” parte con prudenza, restando raccolto in pochi metri e sbarrando tutte le porte alla Juve, costretta a sperare in qualche errore degli azzurri. Poco dopo però il gioco si ribalta e la compagine partenopea comincia a brillare di luce propria: a metà del primo tempo fa tremare la punizione di Insigne, che però prende il palo. Con lo scorrere dei minuti si fa sempre più accattivante il Napoli e i tiri in porta sempre più insidiosi: è Buffon contro tutti.

Se però durante i classici 90’ lo storico portiere juventino salva la sua squadra, non può nulla ai rigori finali. 4 rigori segnati per il Napoli, a scapito dei 2 della Juve, con il finale di Milik che fa letteralmente esplodere la porta, e tutto il tifo partenopeo. E la Coppa si tinge di azzurro.

Gattuso e De Laurentiis: gioie e soddisfazioni

calcio NapoliSi fa sentire forte il “Ringhio” di Gattuso a fine partita, soddisfatto per la vittoria contro Sarri: “Siete forti. Adesso non abbiamo più tensioni, pressioni, non ne abbiamo, e giochiamo tutti. Voglio vedere il veleno“. Passione, rispetto e appartenenza le tre parole chiave per vincere, ma sopratutto per giocare, uniti. Anche il presidente Aurelio De Laurentiis si gode la vittoria, e riconosce a Gattuso non pochi meriti: “Da quando è arrivato Gattuso sono cambiate molte cose. Tutti si sono compattati intorno a lui, alla società, all’idea di Napoli. Napoli in fondo è l’unica società che riesca a contestare il titolo alla Juventus. È un’altra volta che l’abbiamo battuta. Ancora non riusciamo a batterla per lo scudetto ma prima o poi spero di riuscirci.”

Molto sportivo il gesto di Agnelli alla premiazione, di consegnare personalmente le medaglie ai suoi avversari. Anche De Laurentiis avrebbe dovuto farlo con la Juve, ma probabilmente per la gioia: “Mi sono distratto e se le sono autoconsegnati”.

Ti consigliamo come approfondimento – ASD Plajanum: lo sport come strumento educativo e sociale

Mertens: il video dedica per il rinnovo

Durante la giornata di ieri il calcio Napoli illumina Partenope e non solo per la Coppa. Già durante il pomeriggio era arrivata la gioia del rinnovo di Mertens fino al 2022. Una doppia felicità correlata a una vera e propria dedica d’amore che l’attaccante belga regala alla sua città adottiva. “Darò tutto me stesso fino all’ultimo giorno, per rimanere nella storia di questa squadra e di questa città. Io, goleador di tutti tempi? Chi l’avrebbe mai detto, ma non è finita qui… la nostra storia continua. Dries Ciro Mertens”, si ascolta nella video-dedica che ha emozionato napoletani tifosi e non. Ma il Napoli lo ripaga in grandi emozioni: la Coppa Italia sigilla il suo rinnovo con entusiasmo ancora più grande.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

dodici + quindici =