Napoli, duro colpo alla Camorra: arrestate 31 persone e sequestrati 25 mln

0
486
Napoli arrestato imprenditore riciclaggio, napoli terroristi, latina tentato omicidio, napoli bambino caduto,

Camorra 31 arresti e 25 milioni di euro sequestrati. Questo è il resoconto di un blitz che la Polizia di Stato insieme alla Guardia di Finanza ha svolto nelle prime ore di questa mattina. Si tratta, quindi, di un vero e proprio duro colpo inferto al clan Amato-Pagano. Le varie ordinanze cautelari emesse si collocano dopo le indagini coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia e sono ricadute su 31 persone. Di queste 22 si trovano in carcere e altre 9 sono agli arresti domiciliari.

Ti consigliamo come approfondimento – Ponticelli, esplode bomba nella notte: è guerra tra i clan di Camorra

Camorra 31 arresti e 25 milioni sequestrati: il duro colpo alla Camorra 

latina tentato omicidio, camorra 31 arrestiIl blitz è iniziato nella piena mattinata e ha visto il lavoro congiunto della Polizia di Stato e della Guardia di Finanza. Quest’ultime sono riuscite ad infliggere un duro colpo al clan Amato-Pagano di Scampia. Trentuno persone, accusate di appartenere o di aver favorito il clan, sono state raggiunte da una misura cautelare, dopo le indagini condotte coordinatamente alla Direzione Distrettuale Antimafia. I reati che vengono contestati agli indagati sono di diversa natura e, secondo quanto riportano le agenzie di stampa, sono:

  • Associazione per delinque di stampo mafioso;
  • Estorsione;
  • Intestazione fittizia di beni;
  • Traffico di stupefacenti, aggravati dal metodo mafioso.

Oltre alle misure di cui si è già ampiamente parlato, le autorità competenti hanno provveduto a sequestrare beni immobili, società e denaro contante. Secondo una stima iniziale il valore dei beni posti sotto confisca si aggirerebbe intorno ai venticinque milioni di euro. Pare, inoltre, che queste proprietà siano situate su buona parte del territorio nazionale, dato che si trovano in Campania, Molise ed Emilia-Romagna.

Ti consigliamo come approfondimento – Napoli, spari tra la folla a Fuorigrotta: tornano le ‘stese’ della camorra

Camorra 31 arresti: la particolare forma d’estorsione

polizia, pomigliano sicura, camorra 31 arrestiNello specifico, le indagini della Squadra Mobile di Napoli sono riuscite a ricucire la struttura dell’organizzazione criminale. Di quest’ultima presuppongono che sia a carattere verticistico. Secondo la ricostruzione dei militari, il clan avrebbe sfruttato la propria organizzazione capillare per gestire una complessa filiera di narcotraffico. Questo anche grazie al controllo di numerose piazze di spaccio nei territori posti sotto al controllo del clan Amato-Pagano.

Non solo droga.
Sempre come si apprende da agenzie di stampa, gli indagati sarebbero coinvolti anche in una «massiccia attività estorsiva». Vittime di questo sistema erano in particolare operatori commerciali del Comune di Melito. Come avveniva l’estorsione? Gli investigatori hanno scoperto che c’era una particolare forma di estorsione che si aggiungeva a quella ‘canonica’ delle rate annuali. I commercianti ricevevano da parte di una apposita ditta la fattura di un ipotetico acquisto con l’importo della somma estorta. In questo modo, si pensa, le vittime avrebbero potuto dedurre il pagamento della stessa dalle tasse, rendendo l’estorsione ‘più accettabile’.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

sedici − quattordici =